19 Febbraio 2019

Pacchetto calcio “ingannevole”, multata Sky

Roma. «Il tuo calcio, tutto da vivere» prometteva Sky. Peccato che non fosse proprio «tutto», visto che tre partite a settimana di Serie A e in pratica l’ intera serie B, in base alle gare per i diritti tv, spettavano a Dazn e che i clienti non ne fossero adeguatamente informati. E così l’ Antitrust ha deciso una doppia multa nei confronti di Sky Italia, ritenuta colpevole di pubblicità ingannevole e pratica aggressiva, per un totale di 7 mln di euro. Esultano le associazioni dei consumatori, che avevano presentato l’ esposto e che ora chiedono alla società di rimborsare i consumatori. La vicenda nasce dalla tormentata attribuzione dei diritti Tv per il campionato di calcio per il triennio 2018-2021, finita dopo molte difficoltà con l’ inedita modalità dello spezzatino: sette partite a settimana a Sky e tre alla società Perform, che trasmette su Dazn, a cui in seguito è andata anche la serie B. Una conclusione che, però, stando ai reclami arrivati all’ Antitrust da quattro associazioni dei consumatori (Altroconsumo, Codacons, Codici e Udicon), in questa stagione d’ esordio 2018-2019 non era chiaramente esplicitata in fase di presentazione delle offerte da parte di Sky sia ai potenziali nuovi clienti che a quelli “vecchi”, che si sarebbero trovati, senza preavviso, con un abbonamento ridimensionato rispetto all’ anno precedente e senza la certezza, tra l’ altro, di poter vedere la propria squadra del cuore ogni settimana.francesca paggio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox