23 Aprile 2020

Ospite morta in casa di riposo esposto Codacons al giudice

gambolòEsposto alla procura di Pavia sul caso di una paziente morta alla casa di riposo Fratelli Carnevale di Gambolò. La famiglia si è rivolta al Codacons, che ha deciso di inviare un rapporto alla magistratura pavese. La vittima, ospite della struttura, è stata trasportata d’ urgenza all’ ospedale di Vigevano con febbre, tosse e altri sintomi da Covid-19 e il 5 aprile è morta, poche ore dopo il ricovero.Il Codacons, che ha fatto anche un’ altra segnalazione alla procura di Milano per un altro caso, chiede alla magistratura di fare luce sulla gestione della situazione in relazione alle cure prestate alle vittime e più in generale della gestione dell’ emergenza all’ interno delle strutture. Un caso riguarda la morte di un paziente avvenuta lo scorso 10 aprile presso la Fondazione Ricovero Martinelli di Cinisello Balsamo: i familiari dell’ uomo, che si sono rivolti al Codacons, denunciano una grave carenza di informazioni sulle cause della morte e sulle condizioni di salute dell’ anziano. Il secondo caso invece è relativo al decesso di una paziente ospite della Rsa Carnevale di Gambolò, dove a metà aprile erano stati registrati 10 decessi. «Su questi casi – sottolinea il Codacons – i parenti degli anziani chiedono verità e giustizia, e per questo finiscono ora al vaglio delle due Procure, di Milano e Pavia, che dovranno accertare se i decessi siano in qualche modo riconducibili a carenze od omissioni sul fronte della gestione del Coronavirus». Proprio in relazione all’ emergenza delle Rsa in Lombardia, il Codacons chiede il commissariamento di tutte le case di cura, con la sospensione dei direttori e l’ invio di medici militari a gestire cure e ricoveri degli anziani, e l’ istituzione di un osservatorio regionale sulle Rsa che abbia il compito preciso di proteggere i pazienti. –M. Fio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox