25 Ottobre 2020

«Ospedali nel caos», c’ è l’ esposto Alle Procure di Perugia e Terni

l’ associazione dei consumatori interpella gli uffici giudiziari di tutta italia e chiede lumi sui posti in terapia intensiva
PERUGIA Presentato anche alle Procure di Perugia e Terni l’ esposto del Codacons, recapitato agli uffici giudiziari di tutta Italia, con cui l’ associazione dei consumatori denuncia il «caos ospedali» e chiede «di indagare per abuso di atti d’ ufficio e concorso in epidemia». «Uno studio redatto dal matematico Davide Manca del Dipartimento Cmic del Politecnico di Milano – sottolinea il Codacons – , basato su calcoli previsionali, prevede che la soglia critica (2.538) di posti letto in terapia intensiva sarà raggiunta in Italia il prossimo 4 novembre, col risultato che dal 5 novembre non sarà più possibile accettare ricoveri nelle terapie intensive del Paese. Una situazione gravissima che porta oggi l’ associazione a presentare un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia contro Stato e Regioni». «Quanto sta avvenendo in questi giorni è assurdo e inaccettabile e dimostra la totale impreparazione dello Stato e delle Regioni nell’ affrontare l’ emergenza coronavirus – spiega amcora l’ associazione-. Molti reparti di terapia intensiva stanno andando verso la saturazione dei posti letto, i pronto soccorso sono al collasso e le ambulanze devono attendere ore prima di poter dare in carico i pazienti. Con l’ esposto alle Procure il Codacons chiede alla magistratura dell’ Umbria di avviare indagini penali sul territorio, tese ad accertare eventuali ritardi, omissioni ed errori da parte dello Stato e della Regione, che abbiano contribuito a determinare le difficoltà che oggi caratterizzano gli ospedali».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox