26 Febbraio 2020

Ok al rimborso dai nerazzurri Bianconeri in attesa

Tifosi a casa, giornalisti pure, salvo rare (e giustificate) eccezioni. Per Juventus-Inter varrà più o meno quanto disposto per Inter-Ludogorets di domani sera, dopo il tavolo tecnico tra Gos, club e Uefa. Accesso consentito solo agli operatori di Sky, Rai, Inter tv e televisione bulgara, non più di una trentina di persone, vietato a tutti gli altri, fotografi compresi (entrerà solo quello ufficiale del club nerazzurro). La grande questione dei rimborsi, invece, è chiara solo per la sfida di Europa League: l’ Inter rimborserà tutti i biglietti e ha già reso note le modalità di riaccredito con una nota sul proprio sito. I tagliandi acquistati sul sito ufficiale, quasi il 90% del totale, saranno automaticamente annullati e rimborsati. L’ acquirente, dunque, non dovrà fare nulla. Chi, invece, ha acquistato presso gli Inter store, dovrà recarsi presso quello in Galleria Passarella 2 per ricevere il rimborso. Diversa, e ancora parzialmente da dipanare, la questione Juve-Inter. Ieri sera il club bianconero aspettava ancora una comunicazione ufficiale dal governo sulla disposizione delle porte chiuse, perciò, facendo riferimento all’ ordinanza della Regione Piemonte che fa scadere il divieto di manifestazioni sportive (a porte aperte) alle 24 di sabato 29, non aveva ancora dato indicazioni sul rimborso o meno dei titoli acquistati per il posticipo di domenica sera (sarebbe ancora disponibile una manciata di tagliandi da 185 euro in su). Quando gli arriverà la disposizione governativa, il club bianconero dovrà prendere una decisione: rimborsare o meno gli oltre quarantamila possessori di un tagliando? In base al proprio regolamento, la Juventus non prevede alcun rimborso in questi casi, né agli abbonati né ai paganti. Il Codacons si è già attivato, l’ Antitrust vigila (da un po’). a. cat. TEMPO DI LETTURA 1’24”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox