20 aprile 2018

Ok ad auto senza pilota Semaforo verde ai test su strade smart in Italia

Roma. Da ieri il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti potrà autorizzare le sperimentazioni su strada di veicoli a guida automatica. La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del ministro previsto dalla legge di bilancio 2018, dà infatti il via libera alle smart road e alla sperimentazione su strada dei veicoli a guida automatica. Possono chiedere l’ autorizzazione istituti universitari, enti pubblici e privati di ricerca, costruttori del veicolo equipaggiato con le tecnologie di guida automatica. «Una sperimentazione folle contro la quale il Codacons annuncia battaglia legale», è insorta immediatamente l’ associazione in difesa dei consumatori. In principio è stata Google, con il suo prototipo lanciato nel 2014, che ha macinato quattro milioni di chilometri lungo le strade Usa e che ora è finita nei musei sostituita da veicoli più confortevoli come i minivan Chrysler Pacifica di Fca con cui la internet company ha stretto una partnership. Anche Apple, prima partita in sordina, ora vuole raddoppiare i veicoli sperimentali sulle strade della California. Mentre Samsung ha scommesso 300 milioni di dollari nella tecnologia e Huawei all’ ultimo Ces di Las Vegas ha presentato un progetto di auto guidata da uno smartphone grazie all’ intelligenza artificiale. Nella rivoluzione della mobilità su quattro ruote, sono entrate anche la cinese Baidu e la Tesla del vulcanico Elon Musk, oltre ad Audi, Bmw, Ford, General Motors e Fca.