24 Novembre 2015

«Ogni anno 4 miliardi in scommesse»I 5 Stelle contro il gioco d’azzardo

«Ogni anno 4 miliardi in scommesse»I 5 Stelle contro il gioco d’azzardo
Sarà
presentata una mozione in Regione e varie iniziative nei Comuni «Le
vittime sono spesso i soggetti più poveri e svantaggiati»

di Francesco Strippoli I 5 Stelle dichiarano guerra al gioco patologico e al disturbo mentale che ne deriva: la ludopatia. I consiglieri regionali pentastellati Grazia Di Bari, Mario Conca, Marco Galante e Gianluca Bozzetti hanno presentato le iniziative che presto metteranno in atto: in Regione e in tutti i Comuni della Puglia in cui sono presenti. In Consiglio regionale sarà presentata una mozione per chiedere alla giunta di costituire l’Osservatorio regionale sul «gap» (gioco d’azzardo patologico). L ’organismo è previsto dalla legge pugliese approvata due anni fa, ma la normativa è rimasta in parte inattuata, per lo meno nella parte in cui si prevedeva la nascita dell’Osservatorio. I 5 Stelle, inoltre, stileranno un modello di regolamento comunale (da far approvare nelle assemblee in cui sono presenti) per definire parametri più stringenti per i centri scommesse e le attività che installano slot machines. Inoltre prevedono una serie di incontri pubblici di sensibilizzazione sul tema della ludopatia.
I costi sociali
«Siamo di fronte ad una piaga con altissimi costi sociali — dicono i 5 Stelle — ma da un lato il ministero della Salute inserisce la ludopatia all’interno dei Lea (livelli essenziali di assistenza), dall’altro la legge di stabilità 2016 prevede il rilascio di circa 10mila rinnovi di concessioni in scadenza e di oltre 5mila nuove concessioni. Il gioco d’azzardo costa ai soli pugliesi circa 4 miliardi di euro all’anno. E, secondo i numeri forniti dall’associazione delle sale da gioco autorizzate e dalle forze dell’ordine, nel 2014 in Puglia ci sono state 2 agenzie non autorizzate per ogni punto scommesse regolare». Allargando lo sguardo a livello nazionale, sono 2 milioni i soggetti a rischio dipendenza e 800mila i giocatori patologici. Un dramma che ha un costo sociale di circa 6 miliardi di euro secondo il Codacons, a fronte degli 8 miliardi incassati dallo Stato nel 2014. «I soggetti preda della ludopatia — concludono i 5 stelle — sono molto spesso le persone più deboli e anche svantaggiate economicamente».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox