1 Marzo 2011

Oggi scatta l’ aumento dei bus

Oggi scatta l’ aumento dei bus
 

Addio alle vecchie tariffe Atcm. Da oggi, sugli autobus il biglietto di corsa semplice passerà da 1,05 a 1,20 euro, così come raddoppierà il prezzo del biglietto giornaliero per il servizio urbano da 2 a 4 euro. La scure degli aumenti è stata approvata con una delibera formulata all’ Agenzia per la mobilità (Amo) su incarico degli enti locali: Provincia, Comuni di Modena e Carpi hanno già dato l’ ok, mentre nei prossimi giorni il consiglio comunale di Sassuolo dovrà esprimersi a riguardo. Il bacino di Modena si atterrà alle linee guida del "Patto per la mobilità" per quel che riguarda il prezzo del biglietto di corsa semplice urbana e quello della zona singola di percorrenza extraurbana che si assestano su 1,20 euro (ogni ulteriore zona attraversata dopo la prima costerà 80 centesimi in più) come nel resto della regione, mentre non ci saranno aumenti agli abbonamenti mensili e annuali, né sovrapprezzi in vettura: inalterati anche gli sconti offerti dall’ Atcm card e dall’ Atcm card senior. I consumatori criticano gli aumenti: "Da una parte – attacca Fabio Galli del Codacons – la città è tappezzata di cartelli che indicano la manovra anti-smog con la quale limitano la circolazione delle automobili, dall’ altra aumentano le tariffe degli autobus pubblici con un aggravio della spesa di 100 euro all’ anno". Galli analizza il capitolo delle macchinette a bordo che, tra l’ altro, continueranno a non rilasciare il resto: "Ci sarà una corsa al tempo stile Giochi senza frontiere – commenta – Mentre l’ autobus è in movimento, gli anziani dovranno inserire le monetine stando ben attenti di infilarle tutte velocemente altrimenti scatta un meccanismo che mangia le monete già inserite ed allora bisogna ripagare tutto da capo – conclude Galli – Anche a Modena, quindi, bisognerà ricorrere al Tar per ottenere giustizia". Andrea Leoni, Pdl, boccia in toto la manovra tariffaria: "Si rende più caro un servizio già dichiarato inefficiente". Suona l’ allarme anche Sergio Celloni, consigliere comunale Mpa: "Per una famiglia con due o tre figli in età scolastica sarà un salasso – spiega – Sarebbe stato necessario rinnovare il trasporto pubblico con metro-tranvie più efficienti, più puntuali e con meno costi di gestione". Intanto ieri pomeriggio alla stazione delle autocorriere gli utenti hanno dovuto fare lunghe code per rinnovare gli abbonamenti al trasporto pubblico: dei due sportelli aperti, uno – pur di fronte a un afflusso di utenti eccezionale – ha chiuso suscitando lamentele e proteste.
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox