7 Novembre 2019

Oggi Coldiretti porta l’ emergenza cinghiali in piazza Montecitorio

Partecipa anche una delegazione di Piacenza con amministratori locali A Roma in piazza Montecitorio andrà in scena stamane una manifestazione per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica alla problematica fauna selvatica, diventata ormai un problema di tutta la società . Infatti, non è mai stato così alto in Italia l’ allarme per l’ invasione dei cinghiali e degli altri animali selvatici che distruggono i raccolti agricoli, sterminano greggi, assediano stalle, causano incidenti stradali nelle campagne, ma anche all’ interno dei centri urbani, dove razzolano tra i rifiuti con pericoli concreti per la salute e la sicurezza di agricoltori e cittadini. Per l’ occasione sarà presentato il primo Dossier Coldiretti/Ixe’ su “Gli italiani assediati dai cinghiali”, sui rischi per la sicurezza e la salute e le proposte concrete per garantire la sopravvivenza delle aziende agricole e la tranquillità dei cittadini, nel rispetto della natura. «Gli aspetti di interesse sociale legati alla questione cinghiali – dice Adriano Fortinelli di Coldiretti che ha accompagnato l’ iniziativa a Ro 290 ma – sono molto rilevanti. Da un lato, la questione sicurezza: infatti sono oltre 4.700 gli incidenti dal 2012 al 2017 sulle strade dell’ Emilia-Romagna causati da animali selvatici, di cui 290 nella provincia di Piacenza. Dall’ altro, non meno importante il tema dello spopolamento della montagna: non è infatti possibile pensare che gli agricoltori, che già lavorano con marginalità molto esigue, possano sopportare anche continui danni determinati dalla fauna selvatica. Il rischio che le aziende cessino l’ attività con conseguente spopolamento della montagna, costituisce una minaccia per tutti». Non a caso, la delegazione piacentina sarà accompagnata da un gruppo di amministratori locali, bene consapevoli di quanto questo tema sia cruciale per le realtà di collina e montagna. Alla manifestazione di oggi parteciperanno anche rappresentanti dei sindacati Fai-Cisl e Uila Uil, dell’ ambientalismo e delle associazioni dei consumatori come Symbola, Terranostra, Federparchi, Federconsumatori, Codacons, Adusbef, Centro Consumatori Italia, Apab e Legambiente che ha condiviso le preoccupazioni alla base dell’ iniziativa. L’ obiettivo è difendere il territorio, le case e il lavoro facendo conoscere gli inediti e drammatici numeri di un fenomeno esplosivo con le dolorose testimonianze di chi è stato personalmente colpito e ha paura per l’ incolumità della propria famiglia. Saranno presenti insieme al presidente della Coldiretti Ettore Prandini rappresentanti delle istituzioni e della politica a livello nazionale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox