21 Dicembre 2019

Odissea Milano-Catania: Flixbus lascia a terra 120 passeggeri in Calabria

Un “carico” di 120 passeggeri, trattati come un carro bestiame, partiti con destinazione Catania e Messina, e lasciati in mezzo alla strada a Vibo Valentia, Sant’ Onofrio. Sono le 11.30 di sabato 21 dicembre. Da circa tre ore l’ autobus di Flixbus partito da Milano il pomeriggio del giorno prima sarebbe dovuto essere a Catania, meta finale del viaggio. E invece i passeggeri si ritrovano a bordo strada, in un paesino della Calabria. I mezzi di Flixbus, con giovani e anziani al rientro per le festività natalizie in Sicilia, partito in condizioni indecorose, stretti, scomodi, senza wi-fi e senza prese elettriche, accumula tre ore di ritardo che costringe gli autisti che hanno superato il loro monte ore, a fermar il pullman a Vibo Valentia. Si tratta di un’ interruzione di pubblico servizio sulla quale dovrà indagare la magistratura, afferma l’ Avv. Carmelo Sardella, Dirigente dell’ ufficio Legale Codacons Sicilia, alla quale depositeremo un esposto- denuncia nei prossimi giorni. Riteniamo, inoltre, che i passeggeri abbiano diritto oltre alla restituzione del costo del biglietto anche un congruo risarcimento per i disagi patiti. I siciliani sono stanchi di dover affrontare viaggi della speranza per fare rientro a casa, in aperta violazione del principio di continuità territoriale che dovrebbe garantire uguale diritto di movimento e condizioni di viaggio dignitose a tutti i cittadini, su tutto il territorio nazionale. I passeggeri possono rivolgersi agli sportelli Codacons di Catania e Messina o telefonare allo 095.441010 già da lunedì mattina per ricevere assistenza e chiedere il risarcimento dei danni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox