12 Luglio 2002

Occupazione abusiva di proprietà demaniale



PORTOFERRAIO ? Occupazione abusiva di proprietà demaniale e violenza privata: questi i reati ipotizzati in una denuncia sporta dal Codacons alla Procura della Repubblica, a Livorno, «affinché la magistratura livornese ? sostengono i reponsabili dell`associazione dei consumatori ? accertino i responsabili della violazione in danno della collettività». La violazione, anzi le violazioni sono quelle contenute nel dossier presentato l`altro ieri da Legambiente sulle troppe «spiagge proibite» all`isola d`Elba, fra reticolati, sbarre e strade private che ne rendono impossibile l`accesso.
«All`Elba le spiagge non sono di tutti ? rincara la dose il Codacons ? e, al contrario, apprendiamo oggi che ville private e villaggi turistici ne hanno privatizzato interi tratti. Una situazione assolutamente illegittima». Il Coordinamento di associazioni per la tutela dei diritti dei consumatori chiede che la magistratura ponga sotto sequestrole strutture che impediscono il libero accesso alle spiagge elbane, che i responsabili dei reati ipotizzati vengano perseguiti, e invitano i cittadini che si trovassero di fronte a strade sbarrate, a chiedere aiuto – e consulenza legale – alla sede regionale del Codacons, a Firenze (telefono 055 / 7875390).Ricordiamo che fra le tredici spiagge «tabù» descritte da Legambiente ne figurano otto che non possono essere raggiunte da terra per la presenza di recinzioni: sono la Cala dei Frati, la Costa di Remontò, Acqua della Madonna e Maciarello, Salandri e Galenzana, Straccolignino e Capo d`Arco. Sono invece cinque le spiagge dove, sostengono gli ambientalisti del Cigno verde, «è lo Stato a impedire il libero accesso», poiché sono situate nell`area del compendio minerario. Lunghissimo, infine, l`elenco degli arenili e le scogliere elbani «non segnalati». E infuria la polemica estiva anche per i casi di presunta occupazione abusiva da parte di stabilimenti balneari che affittano ombrelloni, sdraio e lettini.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox