15 Luglio 2018

Obbligatorio in auto il «ricorda bambino»

anti -abbandono la proposta del ministro toninelli il dispositivo potrebbe diventare legge in autunno
Valentina Conti Sarà presentata a breve al Consiglio dei Ministri la modifica del Codice della Strada al fine di «rendere obbligatorio un dispositivo anti -abbandono dei bambini». Che potrebbe diventare legge già in autunno. A renderlo noto ieri, in diretta video su Facebook per fare il punto sul primo mese di lavoro e sulle tappe future, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, che ha anticipato la modifica dell’ articolo 172 del suddetto Codice. «È con una nota di orgoglio – ha detto Toninelli che annuncio che stiamo lanciando una campagna per la sicurezza dei nostri bambini». La novità renderà obbligatorio, per l’ appunto, l’ acquisto di un dispositivo elettronico che avvisa, via smartphone, di aver “dimenticato” il proprio figlio in auto. «Sono un papà che, come tanti, vive in tempi complicati e stressanti che possono portare a distrazioni», ha proseguito il ministro. Spiegando: «Ci siamo voluti concentrare sulla sicurezza: un pacchetto in tema in cui abbiamo voluto pensare ai nostri bambini. Basta una piccolissima spesa e laddove c’ èl’ amore e la si curezza dei nostri figli, anche con 100 euro, che so che non sono pochi per le famiglie italiane, ma con l’ Iva agevolata da parte dello Stato, nessuno potrà mai dire che tale somma possa valere di più di una vita». Plaude all’ iniziativa il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, che qualche settimana fa ha ricordato al ministro l’ esistenza già di “un dispositivo regolarmente depositato e brevettato, sul quale alcune case automobilistiche come Mercedes avevano mostrato grande interesse, in grado di salvare la vita sia ai bambini che ad animali domestici come cani e gatti. Un sistema che non solo avverte il guidatore della presenza di bimbi sui sedili posteriori tramite un apposito allarme. ma attiva anche in automatico il sistema di climatizzazione dell’ automobile qualora si abbandoni la vettura lasciando figli o cani all’ interno, in modo da consentire una corretta areazione ed evitare il surriscaldamento». Dal Mit, presto anche altre novità sull’ argomento: «Abbiamo pure pensato alla sicurezza dei ciclisti. Ci saranno norme che tutelano maggiormente questa categoria», ha aggiunto Toninelli.
valentina conti

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox