27 Giugno 2003

NUOVO STOP AI CIBI PER LATTANTI CON GLI OGM

    L`INTESA DEI CONSUMATORI VINCE LA BATTAGLIA CONTRO LE MULTINAZIONALI E IL MINISTRO SIRCHIA AL CONSIGLIO DI STATO IL MINISTRO DELLA SALUTE DOVRÀ ANCHE RISARCIRE 1.000 EURO DI SPESE AL CODACONS

    CHIESTO IL SEQUESTRO AL PROCURATORE GUARINIELLO DI MILIONI DI SCATOLE DI LATTE IN POLVERE SU CUI MANCA L`ETICHETTA INDICANTE LA PRESENZA DI OGM











    Vittoria dell?Intesa dei consumatori sul fronte ogm. Infatti il Consiglio di Stato (4° sez. presidente Riccio, est. Barbagallo) ha respinto il ricorso del Ministero della Salute e dei produttori di cibi per bambini contro la sentenza n. 4235 del 14/5/2002 del Tar Lazio, sentenza che impone l?indicazione in etichetta di tracce di ogm anche al di sotto dell?1% nel cibo per lattanti.

    Il Ministero, nel suo appello, sosteneva anziché la tutela della sicurezza dei bimbi , come fa il suo collega di Governo Alemanno, gli interessi economici dell?industria come se fosse il ?Ministro dell?Industria e non della Salute?, e scriveva: ?si verificherebbero conseguenze rilevanti sull?attività di tutte le imprese europee del settore che dovrebbero affrontare costi aggiuntivi per i controlli supplementari dei loro prodotti e per l?adeguamento delle relative etichette, appare opportuno che per tutta la durata del procedimento davanti alla Corte di Giustizia nessuna impresa europea e, in particolare, nessuna impresa italiana debba essere costretta ad affrontare i costi di cui sopra, prima della pronuncia della Corte di giustizia?.

    Il CdS ha rigettato il ricorso, condannando il Ministro anche a pagare le spese di giudizio accogliendo le tesi dell?Intesa dei consumatori, che aveva proposto ricorso e vinto in primo grado con l?assistenza degli avv.ti Carlo Rienzi e Francesco Acerboni, e si batteva per la tutela della salute dei consumatori e contro il cibo frankenstein.

    L?Intesa si è inoltre rivolta al Procuratore della Repubblica di Torino Guariniello, che ha aperto un?inchiesta sugli ogm, e ha chiesto il sequestro dagli scaffali di tutti i prodotti per lattanti la cui etichetta non fornisca indicazioni sulla presenza di ogm.



    Intesa

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox