fbpx
12 Gennaio 2002

NUOVO CODICE DELLA STRADA: LA POSIZIONE DEL CODACONS

L?ASSOCIAZIONE CHIEDE LA PATENTE A 16 ANNI, CONTROLLI SULLE STRADE E SANZIONI SEVERE PER I TRASGRESSORI





Il nuovo Codice della strada ha avuto ieri il via libera del Consiglio dei ministri con l?approvazione della riforma proposta dal ministro delle infrastrutture, Pietro Lunardi. Il CODACONS, che da sempre si occupa di sicurezza stradale, rende nota la sua posizione circa le modifiche apportate dal nuovo codice.



150 Km/h in AUTOSTRADA: l?associazione accetta l?innalzamento del limite di velocità sui tratti a 3 corsie purchè vengano rispettate le condizione poste, e cioè buone condizioni meteorologiche e di traffico, funzionamento dei cartelli luminosi che di volta in volta indicano il limite massimo,ecc.. Ma soprattutto il CODACONS punta l?attenzione sui controlli telematici della velocità. Per far diminuire gli incidenti e il numero di morti sulle strade, infatti, è necessario punire severamente le infrazioni, e ciò può essere fatto solo attraverso un controllo costante ed efficace della velocità;



MOTORINI: finalmente è finita l?ipocrisia del numero di passeggeri sugli scooter. Infatti, anche se la legge lo vieta, è noto che sui motorini è di fatto possibile viaggiare in due. Ben venga quindi la riforma che rende legale viaggiare in due sullo scooter. Purchè, sostiene il CODACONS, sia un mezzo omologato. L?associazione fa inoltre notare come, grazie a questa innovazione, si eviterà di fare regali alle compagnie di assicurazioni. Queste, infatti, spesso rifiutano di pagare l?assicurato che, in caso di incidente, trasportava un altro passeggero. Grazie a questa riforma quindi viene chiarita una volta per tutte la questione delle responsabilità;



PATENTE A PUNTI E PATENTINO: ben venga la patente a punti e il patentino per la guida di ciclomotori. Ma il CODACONS lancia in merito una proposta. Visto che è obbligatorio prendere questo patentino, che viene rilasciato dopo apposito esame, tanto vale consentire di conseguire la patente automobilistica a partire dai 16 anni, così come avviene negli USA. Basterebbe infatti un esame pratico di guida, poiché quello orale è stato già sostenuto per ottenere il patentino. La patente a 16 anni, sostiene il CODACONS, ridurrebbe il numero di incidenti e di morti tra i ragazzi di età compresa tra i 15 e i 17 anni che, come è noto, sono i maggiori fruitori dei mezzi di locomozione a 2 ruote;



CELLULARI: si al sequestro del telefonino se il conducente lo usa mentre guida. Il CODACONS in proposito ricorda che l?uso del cellulare quadruplica la possibilità di fare incidenti.




Il CODACONS inoltre chiede un innalzamento dei limiti di velocità per gli autotreni e gli autocarri, purchè muniti di ABS e rallentatori di frenata. Questi automezzi, infatti, sono sottoposti al limite di 80 Km/h sulle autostrade e 70 Km/h sulle strade extraurbane e statali. Ma in pochi rispettano questi limiti. La velocità massima dovrebbe essere innalzata a 100 Km/h sulle autostrade per quei mezzi dotati dei sistemi di sicurezza sopracitati. Così facendo si potrebbe anche incentivare l?uso di abs e rallentatori di frenata. L?associazione punta invece il dito contro i controlli sulle strade, quasi inesistenti. E? necessario, fa sapere il CODACONS, moltiplicare il numero di vetture delle forze dell?ordine sulle strade italiane, in modo da punire chi commette infrazioni e creare un deterrente alle trasgressioni stradali.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox