24 Aprile 2019

Nuovo aumento della benzina a cavallo del Ponte festivo in autostrada tocca i 2 euro

Nuovamente in aumento i prezzi dei carburanti, dopo i due aumenti scattati a ridosso di Pasqua. Dopo l’ inasprimento delle sanzioni Usa all’ Iran e le tensioni in Libia, le quotazioni del greggio e quindi dei prodotti petroliferi sono in rialzo. E prontamente sulle autostrade, alla vigilia del ponte del 25 aprile, i prezzi arrivano anche a superare i 2 euro al litro per la benzina: sull’ A1 Milano-Napoli, è il caso dei 2,041 euro al litro segnalati nell’ area Lucignano est (Arezzo) al servito; 2,051 euro al litro ad Arno ovest (Firenze); 2,071 a San Pietro (Napoli); 2,020 San Zenone est (Milano), come emerge dall’ Osservatorio carburanti del Mise. «Prosegue la corsa dei carburanti, con le compagnie petrolifere che nelle ultime ore hanno ritoccato al rialzo i listini di benzina e gasolio alla pompa, aggravando la spesa per i rifornimenti a carico di chi si sposterà in auto nei prossimi giorni». Così il Codacons in una nota dopo i rincari di questi ultimi giorni. «Un pieno di gasolio costa oggi circa 5,5 euro in più rispetto ad aprile 2018 (+4 euro la benzina) e il rincaro alla pompa raggiunge quota +7% su base annua», spiega il Codacons, sottolineando che si tratta di «aumenti che rendono sempre più salati i ponti degli italiani del 25 aprile e dell’ 1 maggio, e che rischiano di determinare speculazioni legate alle vacanze delle famiglie e al maggiore consumo di carburante nelle prossime ore».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox