21 Marzo 2011

“Nuovi sacchetti piccoli e costosi”

«Nuovi sacchetti piccoli e costosi»
 

Dal primo gennaio è stata vietata anche nel nostro paese la produzione e la commercializzazione di sacchetti per la spesa non biodegradabili – ossia le famose buste di plastica finora viste nei supermercati – poichè inquinanti e quindi pericolosi per l’ambiente. «Tuttavia – afferma Francesco Tanasi segretario nazionale Codacons – il provvedimento, ottimo per l’ambiente, si è trasformato, stando alle migliaia di segnalazioni ricevute, in una colossale fregatura per i consumatori. In base ad un’indagine emerge come le nuove buste della spesa siano mediamente più piccole del 30% rispetto ai vecchi sacchetti di plastica, e il loro costo si sia quasi raddoppiato, passando da una media di 5-6 centesimi di euro ad un prezzo che varia tra i 9 e i 10 centesimi di euro cadauna. Ecco perché lanciamo l’iniziativa "Boicottiamo le buste della spesa": si tratta di rincari inaccettabili e ingiusti, considerato che i sacchetti della spesa che riportano il marchio del supermercato dovrebbero essere gratuiti per i consumatori. Di qui l’invito rivolto a tutti i cittadini a boicottare le buste della spesa, portandosi direttamente da casa sportine, sacchetti di tela, borse capaci di contenere la nostra spesa, così da evitare di regalare soldi alla grande distribuzione, difendere l’ambiente e ottenere a fine anno un risparmio non indifferente».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox