8 Giugno 2019

«Nuova vita al rione Carmine», dal Codacons un nuovo progetto

tra le proposte avanzate la rimozione dell’ area di servizio, divenuta una discarica
Il rione Carmine ridotto ad una discarica. E’ la denuncia avanzata dal Codacons Campania che chiede l’ intervento immediato dell’ Asl, del sindaco Vincenzo Napoli e dell’ assessore all’ Ambiente Angelo Caramanno. «Bisogna dare nuova vita al rione Carmine», ha affermato senza mezzi termini l’ avvocato Matteo Marchetti, vice presidente del Codacons nazionale che punta l’ attenzione soprattutto su piazza Naddeo, nei pressi dell’ ex pompa di benzina divenuta ormai una discarica a cielo aperto. Piazza Pasquale Naddeo nel cuore del rione Carmine di Salerno, nei pressi del non più funzionante distributore di benzina TotalErg è, infatti, invasa da vestiti sporchi, assi di legno e avanzi di cibo. Il degrado è stato testimoniato da molteplici foto e video, ad opera degli abitanti del quartiere che hanno prontamente denunciato la situazione di abbandono e degrado in cui versa l’ area al Codacons Campania. L’ associazione a tutela dell’ ambiente ha dunque ritenuto necessario avvertire il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, l’ assessore all’ Ambiente e allo Sport Angelo Caramanno e l’ Asl di Salerno delle condizioni in cui verte l’ ex stazione di servizio, richiedendo interventi urgenti per ripristinare il decoro urbano. «La situazione è invivibile. Confidiamo nella collaborazione del sindaco e dell’ assessore all’ Ambiente e allo Sport, che sapranno intervenire con prontezza, al fine di evitare non solo il perpetrarsi di tali condizioni di inciviltà, ma soprattutto di monitorarne il fenomeno, impartendo multe salate a chiunque si renda colpevole della deturpazione del territorio cittadino», ha dichiarato l’ avvocato Matteo Marchetti, che si è fatto promotore, insieme all’ associazione tutta, della richiesta di provvedimenti immediati per risolvere tale situazione di incuria. «Non basta, però, il solo intervento di rimozione dei rifiuti», ha poi aggiunto Marchetti, vice presidente nazionale dell’ associazione. Il Codacons ha in mente un progetto più ampio per il rione Carmine, con la rivalutazione del quartiere mirato ad una rinascita dell’ area avviando, in primis, un’ opera di rimozione della vecchia stazione di servizio, oramai trasformatasi in una discarica all’ aperto, costituente di per sé un pericolo ambientale, poiché esposta alle intemperie e allo stesso modo, un fattore di rischio per la salute di tutti gli abitanti del quartiere, poiché piena di materiali inquinanti, e in secondo luogo, creando, al suo posto, un’ area pedonale che possa estendersi per gran parte di via Carmine o una splendida piazza, ritrovo per i cittadini, che completerà la trasformazione e l’ agognato miglioramento del territorio comunale. «Per questo il Codacons ha anche creato la pagina Facebook “Rinascita del quartiere Carmine” a cui chiunque voglia, potrà iscriversi per aiutarci a realizzare il nostro progetto, dandoci eventuali consigli per rinnovare il quartiere e portare la nostra proposta a chi di dovere», ha poi spiegato l’ avvocato Marchetti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox