5 Novembre 2010

NUCLEARE: CODACONS, SBAGLIATA NOMINA VERONESI, RICORSO AL TAR

(AGI) – Roma, 5 nov. – Una nomina fortemente contestata dal Codacons quella di Umberto Veronesi alla presidenza dell’Agenzia per la Sicurezza nucleare, al punto che l’associazione annuncia gia’ da oggi ricorso al Tar del Lazio contro la decisione del Consiglio dei Ministri. "Da recenti dichiarazioni rese alla stampa (vedi Corriere della Sera del 23 ottobre 2010) – sottolinea l’associazione – si delinea chiaramente come la posizione del Prof. Veronesi sia sbilanciata a favore del nucleare. Nell’intervista in questione, tuttavia, il famoso oncologo ha omesso di indicare le possibili conseguenze collegate all’installazione di centrali nel nostro paese ne’ ha indicato, a sostegno della sua visione ottimistica, le garanzie per i cittadini. Ossia non ha spiegato in che modo si potra’ salvaguardare la sicurezza e la salute della popolazione e se il Governo Italiano sara’ in grado di far fronte al nuovo percorso verso il nucleare, attraverso un processo tecnologico innovativo in grado di ridurre l’inquinamento del territorio e il rischio di esposizione dei cittadini a radiazioni nucleari oltre che alla presenza di scorie". "Il Presidente di un ente importantissimo come l’Agenzia per la sicurezza nucleare, deve porsi al di sopra delle parti, e deve assumere una posizione di assoluta terzieta’ rispetto al nucleare, nell’interesse del paese e dei cittadini – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Non ci sembra che Veronesi abbia una posizione neutra su tale argomento, e per tale motivo ricorreremo al Tar del Lazio contro la sua nomina". L’associazione informa infine che la Procura della Repubblica di Roma ha gia’ ricevuto in questi giorni un esposto del Codacons relativo alle dichiarazioni rilasciate da Veronesi al Corriere della Sera, esposto in cui si chiede di indagare circa "le affermazioni fuorvianti e potenzialmente ingannevoli del neonominato". (AGI) Red/Pgi

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this