3 Dicembre 2014

Novartis-Roche, Tar del Lazio conferma multa da 180 milioni

Novartis-Roche, Tar del Lazio conferma multa da 180 milioni

Il Tar del Lazio ha respinto i ricorsi delle case farmaceutiche Roche e Novartis per la multa da oltre 180 milioni di euro inflitta dall’ Antitrust per il presunto cartello sulla vendita di farmaci destinati alle patologie della vista. La sanzione era stata inflitta lo scorso marzo poiché secondo l’ authority i due colossi farmaceutici avrebbero posto in essere un’ intesa restrittiva della concorrenza, contraria al diritto antitrust comunitario, nel mercato dei farmaci per la cura di gravi patologie vascolari della vista. L’ accordo avrebbe infatti limitato la diffusione del farmaco economico Avastin di Roche, usato nella cura della degenerazione maculare senile e in altre malattie oculistiche, a favore del più costoso Lucentis prodotto da Novartis. Pertanto, i reati ipotizzati a vario titolo sono associazione a delinquere, corruzione, aggiotaggio, truffa a enti pubblici e disastro doloso, per cui l’ Antitrust aveva inflitto a Novartis il pagamento di una sanzione da 92 milioni di euro e al gruppo Roche una sanzione da 90,5 milioni. Tuttavia, Novartis ha già fatto sapere che farà ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar del Lazio. In una nota diffusa oggi, infatti, la società svizzera ha respinto fermamente le accuse di comportamento anti concorrenziale e ogni accusa di condotta anti-competitiva, pur precisando di non avere ancora ricevuto la sentenza definitiva con le motivazioni del Tar. Secondo Novartis, la decisione dell’ Antitrust non è in contrasto con la normativa europea in quanto “tutti i pazienti hanno diritto di accedere a farmaci che sono prescritti e utilizzati conformemente alle indicazioni approvate”. A detta del Codacons, invece, la decisione del Tar del Lazio di confermare la multa da 180 milioni è positiva, in linea con le richieste avanzate. “Il Tar ha accolto le nostre richieste, intervenendo in giudizio a tutela della collettività. Noi avevamo chiesto ai giudici di rigettare il ricorso delle due società, smontando punto per punto la difesa di Roche e Novartis”, ha spiegato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. “Ora chiediamo risarcimenti in favore del Servizio Sanitario Nazionale, poiché il cartello sui farmaci Avastin-Lucentis ha prodotto un danno per la collettività stimato in 1,2 miliardi di euro”, ha aggiunto Rienzi. “Esprimo soddisfazione per la sentenza con cui il tribunale ha integralmente respinto i ricorsi delle case farmaceutiche, confermando così la correttezza della decisione dell’ Antitrust”, ha infine concluso il presidente dell’ Antitrust, Giovanni Pitruzzella. Alla borsa di Zurigo oggi il titolo Novartis ha perso lo 0,97% a 92,25 franchi svizzeri, mentre Roche ha guadagnato lo 0,21% a 291,90 franchi svizzeri.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox