16 Marzo 2015

Norman: Codacons, possibile decodifica dati della ‘scatola nera’

Norman: Codacons, possibile decodifica dati della ‘scatola nera’

(AGI) – Bari, 16 mar. – Ci sarebbe la possibilita’ di decodificare i dati della scatola nera del traghetto greco Norman Atlantic, andato a fuoco il 28 dicembre scorso al largo delle coste greco-albanesi e oggi fermo nel porto di Bari dove si svolge l’inchiesta della Procura del capoluogo pugliese. A sostenerlo questa mattina a Bari i rappresentanti del Codacons, associazione che difende alcune delle vittime e dei naufraghi, insieme al perito di parte ing. Bruno Neri che ha detto tra l’altro che “la scatola nera contiene una serie di informazioni tra cui le registrazioni audio dei dati giunti in plancia della nave. Questi dati, come e’ noto, sono risultati assenti e la speranza e’ che possano essere conservati in un hard disk di cui sin dall’inizio delle indagini avevamo chiesto venisse fatta copia. Tale hard disk e’ stato recuperato ma presenta dei problemi, allora verra’ probabilmente inviato a una ditta specializzata in California che potrebbe riuscire a tirare fuori altri dati utili alle indagini”. Si tratterebbe delle tracce audio degli allarmi arrivati alla centralina della plancia dai sensori di sicurezza di cui la nave era dotata “ma la Procura di Bari – hanno detto ancora i rappresentanti dell’associazione Codacons – ha dato ampia disponibilita’, sappiamo che si sta lavorando senza sosta e abbiamo avuto assicurazione dalla Procura che si vuole andare avanti su tutti i fronti”.(AGI) Ba2/Tib

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox