21 Dicembre 2016

Non si sa se c’ è amianto in palestra: studenti si autosospendono dalla ginnastica

    Non si sa se c’ è amianto in palestra: studenti si autosospendono dalla ginnastica

     Ginnastica “all’ amianto” per una scuola milanese. Non è una certezza ma una delle possibilità. Per evitare qualunque rischio, una sezione del liceo Virgilio ha deciso di autosospendersi dalle lezioni di educazione fisica. L’ autosospensione dura da due mesi. Gli studenti in questione avrebbero dovuto fare lezione di ginnastica all’ interno del centro sportivo Crespi (via Valvassori Peroni), interessato da un importante progetto di riqualificazione con tre società sportive impegnate: l’ Amatori & Union per il rifacimento del campo da rugby, Acquamarina per i campi da tennis e da calcetto e, infine, Zero Gravity per la realizzazione di una palestra dedicata a parkour, ginnastica acrobatica e discipline aeree. Una parte di questi lavori riguarda la bonifica dell’ amianto presente nel centro sportivo, soprattutto sui tetti di palestre e spogliatoi. Secondo quanto riportato dal Codacons, alcune classi del Virgilio hanno iniziato, a settembre, a fare lezione di educazione fisica al Crespi, nonostante i lavori ancora in corso: il fatto è che – in assenza di certificazioni da parte del comune di Milano – la preside dell’ istituto non ha potuto rispondere alle richieste di chiarimento sull’ amianto e in generale se il centro fosse in quel momento idoneo alla pratica ginnica e sportiva. Secondo quanto riferisce il Codacons, la risposta sulla salubrità dell’ area non è ancora arrivata agli studenti autosospesi dalle lezioni di ginnastica.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox