17 Dicembre 2007

Non si placa la bufera sugli rincari dei generi alimentari dopo lo sciopero dei Tir

Non si placa la bufera sugli rincari dei generi alimentari dopo lo sciopero dei Tir…

Non si placa la bufera sugli rincari dei generi alimentari dopo lo sciopero dei Tir. Il Codacons ha annunciato una nuova iniziativa legale. “Dopo gli aumenti dei listini di questi giorni – spiega il presidente Carlo Rienzi- e i rincari registrati nel corso dell`ultimo anno, specie nel settore alimentare, riteniamo debba essere fatta chiarezza al fine di comprendere dove si annidino le speculazioni e studiare misure per contenere i prezzi al dettaglio. Abbiamo dunque deciso di presentare un esposto a 102 Procure della Repubblica di tutta Italia“. L`obiettivo è quello di far luce sulle possibili speculazioni: “Bisogna avviare indagini sul territorio, sulla base del reato di aggiotaggio o altri che saranno ravvisati dalla magistratura. La nostra richiesta – prosegue Rienzi – è di sequestrare le fatture di acquisto presso i grossisti, ed effettuare delle comparazioni per verificare chi e quando specula sui prezzi e i ricarichi dall`origine al dettaglio che penalizzano i consumatori“. Sul tema è intervenuto nuovamente il primo ministro Romano Prodi che già nei giorni scorsi era stato molto critico: “L`aumento dei prezzi è del tutto ingiustificato. Non c`è nessuna ragione perchè in questi giorni crescano i prezzi è solo un gioco alla speculazione che viene fatto ogni vigilia di Natale“. E secondo il ministro dell`Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, il prossimo consiglio dei ministri deve discutere di come evitare i rincari e di come intervenire sul carovita. “Serve un sistema che tuteli le famiglie e i consumatori – è l`appello – che sono danneggiati dagli aumenti del costo della vita“

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox