fbpx
8 Agosto 2013

Non c’ è solo il solito caro benzina, a funestare le vacanze degli italiani a una settimana…

Non c’ è solo il solito caro benzina, a funestare le vacanze degli italiani a una settimana…

Non c’ è solo il solito caro benzina, a funestare le vacanze degli italiani a una settimana dal Ferragosto. Anche per chi si sposta in treno, l’ estate può trasformarsi in un salasso. Raggiungere il Sud con l’ alta velocità, nel mese di agosto, può costare, per il solo viaggio, più dell’ intero pernottamento della vacanza. La denuncia arriva dal Codacons, secondo cui sia le Ferrovie dello Stato sia la Nuova trasporto Viaggiatori, Ntv in acronimo, hanno imposto biglietti tre volte più cari rispetto ai prezzi di settembre, quando le vacanze saranno finite. Immancabile, poi, la chiara sollecitazione all’ Antitrust ad aprire un’ indagine. Di seguito, ecco alcuni esempi numerici che il Codacons, particolarmente attivo in questa calura agostana, ha fornito in un comunicato. «Per quanto riguarda Trenitalia, se si parte il 12 di agosto da Roma diretti a Lamezia Terme, si spenderà per un Intercity tra i 48,50 e i 66 euro, mentre per un Frecciabianca tra i 63 euro e i 91. Se però si sposta la data di partenza di un mese, al 12 settembre, la spesa precipita, ovvero 19 euro per un Intercity e 19 o 29 euro per un Frecciabianca. Stesso discorso per la tratta Roma-Salerno o per il Frecciargento Roma-Lecce». E la situazione non cambia sui treni Italo di Ntv, la compagnia fondata da Luca Cordero di Montezemolo e da Diego Della Valle. «Per il collegamento Roma-Salerno le tariffe partono da 32 euro ad agosto, per scendere a 18 a settembre», spiega ancora il Codacons. Il cui presidente, Carlo Rienzi, ha sottolineato come le due compagnie avrebbero dovuto aumentare i posti a sedere a tariffa ridotta. Ma, si sa, a dettare legge è sempre il mercato, anche se in questo caso l’ apertura del settore ferroviario alla concorrenza non sembra aver apportato benefici all’ utenza, come invece è avvenuto negli altri periodi dell’ anno. Pronta, in ogni caso, è stata la risposta di Ntv all’ associazione di consumatori. «Se i viaggi in agosto fossero stati programmati qualche tempo fa, i viaggiatori avrebbero trovato prezzi molto più convenienti rispetto a chi sceglie, invece, di fare il biglietto negli ultimi giorni», si legge in una nota. «E’ una dinamica del tutto fisiologica. In ogni caso, in qualsiasi momento si acquisti un biglietto Av, si trovano sempre prezzi imbattibili». Anzi, «i più bassi d’ Europa».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox