28 Gennaio 2002

Non c`è l`anima gemella, agenzia condannata

Torino

Non c`è l`anima gemella, agenzia condannata

Società matrimonilae deve rimborsare il cliente che aveva pagato un milione e mezzo di lire

TORINO. Gli avevano promesso otto incontri con donne di varie età e con diverse caratteristiche, tra le quali, «sicuramente» avrebbe trovato l`anima «gemella», ma alla fine, dopo aver stipulato un contratto da un milione e mezzo di lire, di incontri non ne ha avuto neppure uno e lui ha fatto causa all`agenzia matrimoniale che l`ha dovuto rimborsare interamente.

È accaduto a Torino e, secondo il Codacons che ha reso noto la vicenda, si tratta di un precedente che dovrebbe servire a difendere meglio in futuro i diritti dei clienti delle agenzie matrimoniali.

L`agenzia in questione è l`«Eliana Monti», una delle più note in Italia e con numerose sedi in giro per il Piemonte. La vittima della mancata «esecuzione» del contratto è un uomo di mezza età di Torino, M.B., il quale dopo aver pagato un milione e mezzo di lire e dopo aver realizzato che nessuno gli avrebbe presentato nessuna «anima gemella», si è rivolto all`associazione che da anni è impegnata nella tutela dei consumatori.

È seguita una circostanziata denuncia e la vicenda è poi finita nelle mani del giudice di pace di Torino che ha condannato l`«Eliana Monti» a rimborsare M.B. del costo del contratto e a pagare le spese legali del processo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox