27 Maggio 2009

Nome sbagliato sulla scheda, il Codacons chiede la correzione

Per la lista Libertà civica consumatori, che alle Provinciali sostiene la candidatura di Davide Zoggia, un errore sul nome di un candidato nelle schede elettorali e nei manifesti potrebbe anche portare a uno slittamento di una settimana delle elezioni provinciali a Venezia.  Il Codacons, ispiratore della lista, sta preparando infatti un ricorso d’urgenza in Tribunale e un esposto alla Corte d’Appello e alla Procura della Repubblica di Venezia, in cui si chiederà il sequestro di tutte le schede e manifesti elettorali contenenti il nome sbagliato, e una diffida al ministero dell’Interno e alle autorità competenti affinché sia corretto l’errore o rinviate di una settimana le elezioni provinciali a Venezia.  L’errore, rileva il Codacons, riguarda il candidato Franco Conte (presidente regionale dell’associazione di consumatori, ndr), il cui nome vero, ossia quello che avrebbe dovuto apparire sulla scheda elettorale, è Conte Pasquale Ignazio detto Franco, mentre sulla scheda così come sui manifesti apparirà Pasquale Ignazio detto Franco Conte.  Refuso non da poco, sottolinea il Codacons, visto che oltre all’errore formale il nome diverso potrebbe generare confusione negli elettori. «L’errore non è grave né veniale, è un errore, bisogna essere precisi – dichiara lo stesso Conte, che siede anche in Comsiglio comunale a Venezia – ma io mi sto adoperando per contemperare il danno che potrò subire: in sintesi, non voglio la ristampa nè far spostare le elezioni, nè creare problemi organizzativi al personale della Corte d’Appello che già lavora in affanno. Il 1.  giugno a venezia ai piedi ponte calatrava ci sarà il presidente del Codacons Carlo Rienzi che dirà cosa vuole fare, ma io opererò per una soluzione positiva in questo senso».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox