fbpx
30 Settembre 2015

“No” del Consiglio di Stato Auchan, chiude la farmacia

“No” del Consiglio di Stato Auchan, chiude la farmacia
dopo la lunga
disputa, arriva la sentenza: non rispettata la distanza di 1.500 metri
da un’ altra attività. lotto (ames): «non ci sono più i presupposti,
serrande giù»

«Non essendovi i presupposti per il legittimo esercizio della farmacia, ne ho disposto l’ immediata chiusura». L’ annuncio lo ha dato ieri pomeriggio Pietro Lotto, il presidente di Ames, la società partecipata del Comune che si occupa anche delle farmacie comunali. La chiusura interessa la farmacia comunale aperta da Ames all’ interno del centro commerciale di Auchan. È arrivato, spiega Pietro Lotto, il pronunciamento del Consiglio di Stato che ha dichiarato l’ illegittimità del provvedimento regionale che ha istituito la farmacia aggiuntiva nel centro commerciale di Zelarino. Motivazione, il difetto del presupposto della distanza. La «misurazione accettata dal Consiglio di Stato», spiega Lotto, «prescindendo da una osservazione puntuale dell’ obbligo di servirsi degli attraversamenti pedonali appositamente segnalati, evidenzia l’ esistenza di una farmacia in esercizio a distanza inferiore a 1.500 metri dal centro commerciale». Dopo la sentenza del Consiglio di stato, è arrivata di conseguenza l’ immediata scelta di chiudere l’ esercizio. Era stato il Comune e la stessa Ames a rivolgersi al Consiglio di stato per opporsi alla bocciatura al Tar (Tribunale amministrativo regionale) del provvedimento della Regione Veneto che ha autorizzato l’ apertura della farmacia comunale. I ricorsi al Tar erano stati promossi da un gruppo di farmacisti (patrocinati dall’ avvocato Fiorenza Scagliotti) con l’ Associazione Titolari di Farmacia della provincia di Venezia, (assistiti dall’ avvocato Fabrizio Scagliotti), Federfarma. Un altro ricorso era del Codacons Veneto, forte di 16 mila firme contro l’ apertura. La sentenza del Tar del 23 dicembre aveva provocato una prima chiusura della farmacia comunale, per alcune ore, tra il 29 e 30 dicembre. Comune, Regione Veneto e Asl 12, che ha fornito il parere obbligatorio sull’ apertura della nuova farmacia, si erano uniti ad Ames Spa, nel ricorso al Consiglio di Stato. Ma ora che è arrivato il parere negativo, Ames è costretta a chiudere la farmacia e ora valuterà il da farsi di concerto con Comune, Regione e Asl 12. ©RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox