17 Dicembre 2021

No alle feste in piazza a Capodanno

 

 

ROMA. I contagi da Covid salgono in maniera costante e le città, da Nord a Sud, si preparano a una stretta sulle piazze durante le feste. A Roma il sindaco Roberto Gualtieri annulla il concertone del Circo Massimo. «Era tutto pronto per celebrare il Capodanno in grande stile e riportare Roma al centro dei grandi eventi», spiega l’assessore Alessandro Onorato. Alcuni grandi artisti romani (Coez, Blanco, Tommaso Paradiso) erano già stati scelti e l’organizzazione sul fronte sicurezza, assicura, sarebbe stata «impeccabile».Pe- rò, ammette, «ora la nostra priorità è e deve essere quella di salvaguardare la salute dei romani e evitare assembramenti che possono aggravare una situazione pandemica che, pur sotto controllo, presenta aspetti preoccupanti». Soddisfatto il Codacons, che però registra ancora troppi assembramenti nella capitale, specie nelle vie dello shopping e nei centri commerciali. In Campania, il governatore Vincenzo De Luca firma un’ordinanza sul Capodanno e stabilisce il divieto di eventi, feste o altre manifestazioni che «possano dar luogo a fenomeni di assembramento o affollamento». Conferma poi l’obbligo di mascherina anche all’aperto, in ogni luogo non isolato. Nei giorni 23, 24, 25, 31 dicembre 2021 e 1 gennaio 2022, vietata per bar e altri esercizi di ristorazione la vendita con asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, esclusa l’acqua. «Abbiamo stabilito che non si possono fare feste in piazza, perché nella settimana tra Natale e Capodanno ci giochiamo la tranquillità delle nostre famiglie e la possibilità di tenere aperte le attività economiche», spiega De Luca. Non ci sarà alcun evento o concerto per il Capodanno in piazza a Milano. L’ipotesi di celebrare l’inizio del nuovo anno con un evento pubblico non è mai entrata nell’agenda di Palazzo Marino, preferendo un atteggiamento di prudenza onostante l’andamento positivo della campagna vaccinale. Da Trento a Rovereto, da Pinzolo a Madonna di Campiglio anche in Trentino Alto Adige non ci saranno concerti e feste di massa in piazza per la notte di San Silvestro. Lo hanno deciso i sindaci per evitare al massimo situazioni di pericolo sanitario. «Il momento non permette di rischiare», precisa il primo cittadino di Trento Franco Ianeselli. Si festeggerà, fa sapere, «in modo diverso, con uno spettacolo di luci e musiche con i solisti dell’orchestra Haydn e uno spettacolo di video-lighting che si sposerà alla perfezione con le installazioni di Mariano Detassis che stanno già illuminando gli edifici e i monumenti di tutta la città».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox