21 Dicembre 2014

Niente vacanze per 9 italiani su 10

Niente vacanze per 9 italiani su 10

ROMA – «La flessione di italiani in vacanza che verrà registrata durante le imminenti feste di Natale e Capodanno è paragonabile a un fuoco che cova sotto la cenere». È il laconico commento del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dei risultati di un’ indagine previsionale sulle vacanze di Natale e Capodanno degli italiani. I numeri salienti delle festività di fine anno 2014 evidenziano come tra Natale e Capodanno si muoveranno complessivamente 11,8 milioni di italiani (-1,6%) dormendo almeno una notte fuori casa. A Natale l’ 88% resterà in Italia (rispetto al 91% del 2013) ed il 12% andrà all’ estero (rispetto al 9% del 2013). A Capodanno il 69% resterà in Italia (rispetto al 76% del 2013) ed il 31% andrà all’ estero (rispetto al 24% del 2013). Il giro d’ affari determinato da questo movimento turistico assommerà a circa 7,8 miliardi (+12% rispetto al 2013, completamente frutto dell’ impennata di italiani che si recheranno all’ estero, sulla scia sia della riapertura del mercato del Mar Rosso sia attratti dalle grandi Capitali europee). Tra coloro che non faranno alcuna vacanza, pari a 48 milioni di italiani (l’ 80% della popolazione), mediamente quasi 30 milioni dichiarano di non potersi muovere per motivi economici. In particolare, a Natale saranno poco più di 6,2 milioni (rispetto ai 6,1 milioni del 2013) gli italiani che si muoveranno dalla propria città, dormendo almeno una notte fuori casa, per un incremento di appena il 3%. Di conseguenza a Natale quasi 54 milioni di italiani rimarranno a casa. La vacanza preferita sarà in montagna (40%), seguita da una città diversa da quella di residenza (24%), dalle città d’ arte maggiori e minori (16%) e dal mare (14%). A Natale gli italiani in vacanza dormiranno in media 4,6 notti fuori casa (rispetto alle 4,5 notti del 2013) per una spesa media pro-capite (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo, divertimenti) di 657 Euro (rispetto ai 585 Euro del 2013). Per Capodanno, invece, saranno circa 5,6 milioni gli italiani (rispetto ai circa 6 milioni del 2013) che si muoveranno dalla propria città, dormendo almeno una notte fuori casa, per un -6,2% rispetto al 2013. Ad essi si aggiungeranno quasi 900 mila italiani che faranno vacanze lunghe da Natale. Da ciò deriva che oltre 53 milioni di italiani trascorreranno a casa il Capodanno. Tra chi potrà permettersi una vacanza il 69% (rispetto al 76% del 2013) resterà in Italia, mentre il 31% (rispetto al 24% del 2013) andrà all’ estero. A Capodanno gli italiani in vacanza dormiranno in media 3,7 notti fuori casa rispetto alle 3,5 notti del 2013, per una spesa media pro-capite (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo, divertimenti) di 660 Euro rispetto ai 569 Euro del 2013. I motivi della «non vacanza» sono legati essenzialmente a quelli economici, che si attestano al 61% (circa 30 milioni). I dati diffusi da Federalberghi relativi alle vacanze di Natale degli italiani confermano il clima di austerity che caratterizza le festività natalizie, e i sensibili tagli di spesa operati dalle famiglie», sottolinea il Codacons. «Questo perché gli italiani arrivano a fine anno con le tasche sempre più vuote, impoveriti da una pressione fiscale insostenibile e da un potere d’ acquisto in costante riduzione», commenta il presidente Carlo Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox