29 Dicembre 2021

Niente McDrive alle Terme di Caracalla: il no definitivo del Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso di McDonald’s che presentava il progetto di un locale con tanto di area McDrive alle Terme di Caracalla, nella zona di viale Guido Baccelli, che, secondo l’amministrazione comunale e molti degli abitanti della zona, avrebbe danneggiato il paesaggio e l’area storica. Nel 2020 è arrivato il primo stop da parte del Tar del Lazio verso la McDonald’s Development Italy Llc e, dopo l’intervento del Codacons che salvaguarda il decoro e la bellezza dell’area coinvolta, arriva anche la conferma da parte della VI sezione del Consiglio di Stato. La sentenza emessa nella giornata di ieri, 27 dicembre, aggiunge, infine, che l’area di Valle della Caffarella, Appia Antica e Acquedotti è tutelata dal PTP n. 15/12, art 134, comma 1, in quanto sito dell’Unesco.

“Emerge dagli atti l’approfondimento motivazionale degli interessi pubblici connessi alla tutela dell’area e del contesto culturale coinvolto, nei termini correttamente indicati sia dalla sentenza impugnata che dalla difesa erariale, oltre che del tutto coerenti ai principi sopra richiamati in tema di autotutela. […] In proposito, l’art. 150 attribuisce espressamente sia alla Regione sia al ministero il potere di ordinare la sospensione di lavori atti ad alterare i valori paesaggistici del territorio, a tutela sia dei beni già vincolati sia di aree che si intende tutelare con l’imminente adozione di un futuro vincolo paesaggistico; si tratta, pertanto, di un potere che può essere esercitato anche a salvaguardia di aree o immobili non ancora dichiarati di interesse culturale o paesistico. Nel caso analizzato peraltro la disciplina vigente conferma la sussistenza del vincolo – nei termini predetti – e la conseguente necessità dell’autorizzazione paesaggistica”, si legge in un articolo de Il Corriere della Sera.
Il dibattito fra McDonald’s e il comune di Roma

Il dibattito sull’apertura del locale completo di area McDrive va avanti dal mese di luglio del 2019, quando nella città di Roma era ancora sindaca Virginia Raggi. È stato proprio in quel periodo, infatti, che era stata prevista l’apertura di due locali nelle zone culturalmente e archeologicamente più importanti della città: il Pantheon e le Terme di Caracalla. Dopo che nel mese di gennaio 2021 è arrivato il rigetto per la realizzazione del locale al Pantheon, oggi sappiamo che anche la zona delle Terme di Caracalla resterà fuori dalla portata del colosso dei fast food americano.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this