6 Maggio 2016

Nicastro, nuovo incontro coi risparmiatori ‘Ristori in tempi brevi, garantire le scadenze’

Nicastro, nuovo incontro coi risparmiatori ‘Ristori in tempi brevi, garantire le scadenze’

ANCORA un incontro fra Roberto Nicastro, il presidente di Nuova Banca Etruria e delle altre tre good banks nate dalla risoluzione dei vecchi istituti attraverso il decreto del novembre scorso, e le associazioni dei risparmiatori. Il vertice si è svolto a Roma e si è chiuso con una nota ufficiale nella quale la presidenza delle banche ponte e i consumatori esprimono il «forte auspicio» che ora si possano avviare i ristori degli obbligazionisti «in tempi brevi». Allo stesso tempo si ritiene «importante» un incontro con il Fondo Interbancario, l’ organismo che, secondo quanto stabilisce il decreto del governo sui risarcimenti pubblicato il 2 maggio scorso sulla Gazzetta Ufficiale, dovrà gestire direttamente i rimborsi automatici dovuti agli obbligazionisti che siano in possesso di alcuni requisiti fondamentali, quali un reddito inferiore nell’ anno 2015 a 25 mila euro lordi oppure un patrimonio mobiliare che sia al di sotto dei centomila euro. È quanto emerso dopo l’ incontro, avvenuto mercoledì nell’ ambito del tavolo di dialogo che prosegue dal 19 gennaio, tra il presidente Roberto Nicastro e Donata Monti con le associazioni dei consumatori (Adiconsum, Altroconsumo, Codici, Assoutenti, Lega Consumatori, Codacons, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione nazionale consumatori, cittadinanza attiva, Adoc, Ctcu, convocato per un primo confronto sul nuovo decreto banche. Diversi, spiega una nota delle 4 good banks (Oltre a Nuova Banca Etruria anche Nuova Banca Marche, Nuova Carichieti e Nuova CariFerrara), i punti di condivisione tra istituti e consumatori, su cui «si rendono necessari dei confronti» sia in vista della conversione in legge del decreto sia dei decreti attuativi. «Tra gli elementi di convergenza – si sottolinea – vi è il forte auspicio che sia la conversione, sia i decreti abbiano tempi brevi per garantire il rispetto delle scadenze definite per il ristoro degli obbligazionisti. Inoltre, si ritiene importante la possibilità di un incontro congiunto con il Fondo Interbancario che si occuperà dei rimborsi». Fin qui le posizioni ufficiali dalle quali peraltro si evince che la riunione si è svolta in un clima positivo, come sempre è stato nelle intenzioni dello stesso Nicastro. L’ apertura ai bondisti azzerati è stato anche uno dei punto cardine dell’ azione di Roberto Bertola, amministratore delegato della Nuova Bpel, insieme però alla difesa strenua dei dipendenti dello storico istituto di via Calamandrei, più volte finiti nell’ occhio del ciclone durante le tante proteste che si sono succdute in questi mesi.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this