6 Febbraio 2012

NEVE A ROMA: CODACONS QUERELA FEDERCONSUMATORI

    NEVE A ROMA: CODACONS QUERELA FEDERCONSUMATORI CRITICA IL CODACONS E NEMMENO SA CHE L’ASSOCIAZIONE HA PRESENTATO OGGI UN ESPOSTO IN PROCURA PER L’EMERGENZA NEVE

    La povera Federconsumatori, dopo essere stata denunciata dal Codacons in Procura per aver fornito dati falsi finalizzati ad ottenere la poltrona in Camera di Commercio, cerca di curarsi le ferite tornando a fare politica di palazzo.
    Non sappiamo cosa abbia preso a Rosario Trefiletti, Presidente di Federconsumatori, e ai suoi accoliti che da un po’ di tempo a questa parte, invece di pensare a difendere i consumatori italiani e romani, hanno il vezzo di criticare gli altri e in particolare il Codacons.
    A questo punto – spiega l’associazione – siccome il Codacons non vuole andare alla ricerca delle oscure ragioni che animano questa associazione, chiede a Federconsumatori di dimostrare di essere equanime nelle critiche anche nei confronti dei sindaci di sinistra mantenuti dalla Cgil che a sua volta mantiene Federconsumatori.
    Riguardo al CODACONS e all’emergenza neve nella capitale, come a tutti noto abbiamo presentato oggi un esposto in Procura relativamente alle carenze sia del Comune di Roma, sia della Protezione Civile che dell’Anas, ma evidentemente questi signori della Federconsumatori Lazio non sanno nemmeno che i mezzi spazzaneve rientrano nella responsabilità del Comune di Roma.
    Piuttosto però che perdere tempo a continuare a ribattere ai morsi dell’invidia di soggetti che si qualificano da soli con comunicati stampa che per fortuna nessuno pubblica – prosegue il Codacons – da un lato mettiamo a disposizione i nostri uffici in favore di quei cittadini che abbiano subito in questi giorni danni da neve, dall’altro abbiamo incaricato il nostro ufficio legale, proprio al fine di chiarire le reali ragioni che animano Federconsumatori, di presentare formale querela versa questa organizzazione per le ultime castronerie proferite nei confronti del Codacons. E da oggi li avvertiamo che non risponderemo più ai loro attacchi ma ci confronteremo soltanto nelle aule giudiziarie.
     
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox