20 Febbraio 2019

«Nessuna transumanza politica solo normale crescita demografica»

sellia marina Nessuna “transumanza politica” in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera. L’ Amministrazione comunale di Sellia Marina respinge le accuse mosse dal Codacons, che aveva richiamato l’ attenzione sulla possibilità che aumentassero le richieste di cambi di residenza nella cittadina ionica. È stato il sindaco Francesco Mauro a replicare a muso duro al responsabile dell’ associazione, Francesco Di Lieto: «Mi preme puntualizzare che, dai dati acquisiti presso gli uffici comunali di Sellia Marina, nel periodo gennaio-febbraio 2019 sono state iscritte all’ anagrafe 33 residenze, addirittura 6 in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un dato, tra l’ altro, che rispecchia la media del flusso demografico del Comune. Basta infatti consultare il sito internet dell’ Istat per prendere atto dell’ andamento demografico della popolazione residente di Sellia Marina, tra i pochi paesi della provincia di Catanzaro con un costante trend crescente della popolazione residente. Tra il 2007 e il 2017, infatti, la crescita demografica è stata mediamente di circa 200 residenti per anno». Numeri alla mano, Mauro ha respinto le accuse e criticato l’ atteggiamento dell’ associazione per i consumatori, sostenendo che il Codacons «continua a soffrire della sindrome di “bufalite acuta”, viste anche le continue denunce ed esposti di questi ultimi anni contro il Comune di Sellia Marina; esposti e denunce, basati su fantasiosi sospetti e privi di ogni fondamento». Respinti anche i riferimenti a “soggetti interessati” rispetto ai cambi di residenza, con il primo cittadino che ha chiesto a Di Lieto di «fare i nomi, altrimenti mente sapendo di mentire», sottolineando come gli amministratori comunali selliesi «costituiscono un argine di legalità, trasparenza e anticorruzione che è impenetrabile a qualsiasi tentativo di infiltrazione atto a turbare i procedimenti amministrativi». Il sindaco Mauro, invece, ha evidenziato la possibile incompatibilità del vicepresidente del Codacons: «Mi viene da pensare che le “preoccupazioni” di Di Lieto – ha affermato – derivino dal fatto che, probabilmente, si sta preparando a candidarsi per la terza volta consecutiva alle prossime elezioni amministrative di Sellia Marina; ciò sarebbe di inaudita gravità visto che il ruolo che ricopre in Codacons dovrebbe essere di assoluta terzietà». Le tesi sostenute dall’ associazione sono state completamente respinte, con lo stesso primo cittadino che ha ricordato che «il Comune di Sellia Marina, dispone del responsabile della trasparenza, del responsabile dell’ anticorruzione, ha siglato il protocollo di legalità con la Prefettura e, recentemente, ha ottenuto riconoscimenti in materia di trasparenza. Il Codacons e Di Lieto, quindi, farebbero bene a chiedere scusa a tutta Sellia Marina – ha concluso Mauro – per le continue offese e danni d’ immagine che ha provocato negli anni». ro.st. Prima rigaseconda rigaterza riga.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox