6 Febbraio 2008

Nel nuovo paniere via il filo da cucire, dentro navigatore Gps e playstation

GLI INDICATORI Nel nuovo paniere via il filo da cucire, dentro navigatore Gps e playstation
Ma i consumatori contestano le scelte e minacciano ricorsi contro l`Istat

RomaI `cucirini`, ovvero le trecce di filo per cucire indumenti, esclusi ieri dalle posizioni rappresentative del paniere su cui l`Istat calcola l`inflazione sono solo l`ultima delle vittime dell`Istituto di statistica, che ogni anno fa il lifting al campione di prodotti preso come simbolo della spesa degli italiani. L`uscita dal carrello dell`Istat dimostra l`ormai scarso ricorso che gli italiani fanno all`obsoleta treccia di fili da cucito e più in generale al rammendo. Oltre ai cucirini esce l`hamburger surgelato. Entrano invece l`insalata già lavata in confezione, il navigatore satellitare, i giochi elettronici per consolle, combustibile solido e pranzo con piatto unico.Ogni anno è del resto lunga la lista di entrate e uscite dal paniere. Nel 2001, ad esempio, a due anni dalla legge per il casco obbligatorio sui motorini, il casco da moto è entrato nel paniere, mentre ne sono usciti la moquette, retaggio degli anni `70, le pantofole da uomo e le pellicole per diapositive. La corsa della tecnologia, che puntualmente arriva a modificare i consumi delle famiglie, ha provocato lo stesso anno l`uscita dal paniere del floppy disk e del modem, recuperato e incluso però nei costi del personal computer.Nel 2002, l`euro e il proliferare di monete piccole e grandi che la divisa unica ha portato con sè, ha spinto l`Istat ad inserire nel paniere il portamonete. Ad uscire sono invece stati la benzina super, soppiantata dalla verde, il fegato, ormai ben poco comune, e le vecchie audio cassette, quasi un reperto rispetto ai cd.Numerosissimi i cambiamenti dell`anno successivo, in piena polemica per il caro-euro. La revisione del paniere nel 2003 è stata massiccia, con 34 prodotti in entrata e 21 in uscita. Addio alla cerniera lampo, alla farina di granturco, al vecchio walkman, alla chitarra, al borotalco. A farla da padrone è la tecnologia: new entry per il lettore Dvd, il cd masterizzabile, gli accessori per il cellulare, l`abbonamento per la pay-tv e persino il tavolo porta-computer.Ancora hi-tech per il 2004: entrano macchina digitale, antenna satellitare e decoder, che però escono solo l`anno dopo perché considerati ad appena 12 mesi di distanza, seguendo le offerte predominanti sul mercato, come parte integrante dell`abbonamento alla pay tv. I cambiamenti sono evidenti anche nelle abitudini alimentari: nel 2006, ad esempio, sono entrati ricotta, formaggio stagionato a pasta filata, formaggio stagionato di produzione locale, ananas, mentre sono usciti brie, provolone e caciocavallo.L`anno scorso, addio definitivo alla macchina fotografica, alla videocassetta, alla pellicola fotografica a colori e alla sveglia a pile. Al loro posto sono entrati la scheda di memoria per macchine fotografiche digitali, la stampa da foto digitale e la multipresa elettrica.Aggiornato o meno, i nuovo paniere non piace ai consumatori. “E` pieno di buchi“ – sostengono Federconsumatori ed Adusbef – “non è in grado di misurare il carovita“.“Con quale criterio – si chiedono le due associazioni – l`Istat ha aumentato il peso di prodotti alimentari e bevande dal 16,3 al 16,8\%? Con quale credibilità l`Istat assegna all`assicurazione sui mezzi di trasporto, che costa ad ogni italiano assicurato almeno 1.000 euro l`anno ed è in continuo aumento, un peso irrealistico (12.109), meno dei servizi per l`igiene personale (13.849) e poco più di fiori e piante (6.564)?“.Le due associazioni puntano il dito contro “l`irreale statistica rappresentata dall`Istat“ e non escludono “una class action contro i vertici“ dell`Istituto di statistica. Quanto a navigatori satellitari e giochi elettronici per consolle – scondo Codacons – “non migliorerà certo le rilevazioni dell`Istat, essendo prodotti il cui prezzo scende costantemente grazie alle innovazioni introdotte ogni giorno sul mercato“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox