5 Gennaio 2014

Negozi snobbati, pienone nei centri commerciali

Negozi snobbati, pienone nei centri commerciali

IL PRIMO GIORNO DEI SALDI Saldi sottotono anche quest’ anno a Frosinone. La crisi continua a farsi sentire e ieri, complice anche la giornata uggiosa, a riversarsi sulle strade dello shopping delle città della provincia per il primo giorno dei saldi sono stati ben pochi. Eppure le vetrine erano allettanti, considerando che già da ieri gli sconti applicati dai commercianti, pur partendo dal canonico 20% raggiungevano già direttamente anche il 70%. Insomma: questo primo giorno di saldi poteva regalare grandi occasioni ma non molti ne hanno approfittato. Le previsioni, del resto, non erano ottimistiche. Secondo una stima di Adusbef e Federconsumatori, ad esempio, la spesa media delle famiglie italiane subirà una riduzione dell’ 11,3% rispetto al 2013, anno in cui vi era già stata una forte contrazione del 18,3%. Secondo quanto rilevato dall’ Osservatorio Nazionale Federconsumatori, infatti, ogni famiglia spenderà in media 194 euro. Per Codacons, addirittura solo il 35% delle famiglie italiane prevede di fare qualche acquisto durante il periodo dei saldi contro il 40% del 2013. Ieri pomeriggio, ad esempio, in via Aldo Moro, la via commerciale per eccellenza del capoluogo, erano pochi coloro che si aggiravano tra le vetrine, ombrello in una mano e buste nell’ altra. E meno ancora i clienti dei negozi del centro storico. «La crisi si fa sentire ancora» ha commentato un commerciante. Ben più numerosi invece, soprattutto a causa della pioggia, coloro che hanno scelto di passare nei centri commerciali. «Siamo venuti per vedere, abbiamo comprato solo un cappello» hanno detto due coniugi a passeggio sotto l’ ombrello in via Aldo Moro. Anche i commercianti, ormai abbastanza scettici e consapevoli dello stato delle cose, sulla giornata di ieri non riponevano poi tante speranze. «Come è andata? Diciamo che è andata» così il titolare di un marchio di abbigliamento di via Aldo Moro. Ma intanto il bilancio di questo primo giorno di saldi qual è? «Discreto» risponde Roberto, uno dei titolari di Leone calzature, marchio storico di Frosinone. «Certo, la crisi c’ è e sono lontani i tempi in cui il primo giorno dei saldi c’ era la ressa. Ma almeno nel nostro caso a tenere sono soprattutto i grandi marchi». Denise Compagnone.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox