30 Giugno 2021

Negozi aggrappati al salvagente dei saldi

La stagione dei consumi non è in ripresa. Direi anzi che è col freno molto tirato. La gente ha voglia di uscire, di andare al mare e al ristorante più che di fare shopping. Il comparto del commercio è in una situazione d’attesa. Per questo non ci resta che aggrapparci al salvagente dei saldi”. Parola di Carlo Petrini, presidente Federmoda Confcommercio, ad una manciata di giorni dal’avvio dei saldi.

In Umbria le svendite di fine stagione scatterrano sabato, come in gran parte dello Stivale. Quanto alla gestione della scontistica, le associazioni di categoria, vista la situazione, suggeriscono agli imprenditori di calibrarsi a seconda del momento. Il consiglio è di partire con percentuali di ribasso più soft, per poi alzare lo sconto a stagione inoltrata.

Volendo fare un bilancio dei mesi ormai alle spalle, Federmoda ammette che soltanto poche attività hanno visto la luce.

Si tratta soprattutto di quelle aziende che hanno usato i social come canali di comunicazione. L’online, dunque, non tanto per veicolare le vendite (solo il 12% viaggia sul web), ma per mantenere il contatto e informare i clienti. La parola d’ordine? “Aggiornarsi e cavalcare il futuro. Senza però dimenticare che il commercio si nutre ancora di luoghi fisici. Se chiudono i negozi –osserva Petrini – chiudiamo le città”.

Tornando ai saldi, “è un appuntamento particolarmente atteso dai commercianti – sostiene il Codacons – che sperano attraverso gli sconti di fine stagione di recuperare almeno in parte le perdite subite negli ultimi mesi. E le previsioni sono positive: si stima un incremento degli acquisti durante il periodo di sconti tra il +15% e il +20% rispetto allo scorso anno, con una spesa media a famiglia che si attesterà attorno ai 165 euro, anche se i valori delle vendite rimarranno al di sotto dei valori pre-Covid”. Proprio per ridurre le difficoltà di vendite a causa della crisi scaturita dalla pandemia alcun regioni hanno optato per un rinvio in extremis:come la Puglia, ad esempio, dove le svendite partiranno il 24 luglio, tre settimane dopo il previsto. “I saldi hanno il sapore del ritorno alla normalità – conclude Petrini – ma le regole anti-Covid non vanno dimenticate. Sarà importante quindi mantenere il distanziamento sociale (soprattutto in coda), indossare la mascherina all’interno del negozio e disinfettarsi bene le mani con le soluzioni igienizzanti che devono essere messe a disposizione dagli acquirenti”.

Silvia Angelici

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox