fbpx
13 Gennaio 2013

Naufragio Giglio/ Codacons: Nessuno lotta per accertare verità

Naufragio Giglio/ Codacons: Nessuno lotta per accertare verità

        

Roma, 13 gen. (TMNews) – Ad un anno di distanza dal naufragio della Costa Concordia, “mentre tutti in un trionfo di ipocrisia e demagogia si sbracciano nelle commemorazioni”, il Codacons lancia “una fortissima accusa sul fronte della (mancata) rimozione della nave e su quello delle indagini della magistratura sull’ incidente”. In una nota il presidente Carlo Rienzi spiega: “Come avevamo previsto, a distanza di un anno dal naufragio il relitto della Concordia è ancora nelle acque del Giglio. Non solo. I costi per la rimozione sono enormemente cresciuti, aumentando addirittura di 100 milioni di euro e raggiungendo l’ abnorme cifra di 450 milioni di dollari, mentre il cronoprogramma viene sempre più spostato in avanti. Temiamo che, di questo passo, la nave rimarrà al Giglio ancora per anni – prosegue Rienzi – e allo scopo di vederci chiaro sui costi a carico della collettività relativi alla rimozione e connessi ritardi, stiamo preparando un apposito esposto alla Corte dei Conti”. Ma l’ attacco del Codacons è rivolto anche alla magistratura che sta indagando sul naufragio: “Sembra che la magistratura grossetana non voglia vedere la verità – afferma Rienzi – ignorando senza motivo alcune gravi circostanze relative al naufragio ed emerse solo grazie al collegio dei periti del Codacons presenti nel processo in corso a Grosseto”. “Non sarebbe cambiato nulla”, concludono i periti, ma “l’ unica giustificazione tecnica addotta a suffragio di questa affermazione è un calcolo, per altro discutibile, che fornisce la distanza minima necessaria alla nave per invertire la rotta. La nave, però, non ha urtato frontalmente un ostacolo esteso, ma solo lambito uno scoglio appuntito, sovrapponendosi ad esso appena di qualche metro, uno scoglio che le ha causato una lacerazione lunga quasi 50 metri appena sotto la linea di galleggiamento. Avrebbe potuto una manovra effettuata con perizia, sia pure all’ ultimo momento, evitare il disastro?” A questa domanda i Consulenti del Codacons hanno fornito una risposta circostanziata sul piano tecnico/scientifico utilizzando un simulatore realizzato ad hoc. I risultati, comprensivi di alcune animazioni che descrivono in dettaglio la dinamica dell’ incidente, saranno presentati all’ interno dello Speciale TG1 di Alessandro Gaeta, autore del libro “Il capitano e la Concordia”, Edizioni Anordest, che andrà in onda Domenica sera alle 23.15 su RAI1.
       

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox