13 Dicembre 2010

Natale sarà più povero Anzi, no

Peggio che alle elezioni. A movimentare l’ attesa del Natale sono i soliti sondaggi e ricerche di mercato che danno un ulteriore tocco di incertezza a queste festività. Confesercenti intanto ci avvisa che il Natale 2010 sarà all’ insegna della prudenza, metà delle famiglie spenderà meno dello scorso anno e si concentrerà su cibo, vino e abbigliamento. Più ottimisti gli intervistati della Coldiretti, secondo i quali gli italiani spenderanno per i regali 430 euro a famiglia, rispetto alle modesta media europea pari a 370 euro per nucleo familiare. Sarà vero? No, ribatte il Codacons, la spesa non supererà i 200 euro per regali, alimentari e addobbi e in picchiata gli acquisti di vestiti e scarpe (-13%). Si spende meno anche per la casa: mobili, arredamento ed elettrodomestici segnano -18%, creme, profumi, ombretti e rossetti scendono dell’ 8%. Una Caporetto commerciale. Meno regali uguale più medicine. Sembra infatti che la ricerca del perfetto regalo di Natale sia tutt’ altro che un momento gioioso e allegro: per la maggior parte degli italiani si trasforma in una straordinaria fonte di ansia e stress (67%). Sentenza dell’ immancabile studio promosso da Nescafè e condotto su 150 "esperti" di regali’ . E,G,
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this