26 Dicembre 2019

Natale, il 20% degli acquisti in pattumiera: come non sprecare cibo e mangiare il giusto

secondo l’ associazione dei consumatori ogni famiglia sprecherà quest’ anno circa 21 euro tra cibi e bevande (in particolare pesce, latticini, dolciumi freschi, ma anche frutta e verdura) che, non potendo essere conservati, andranno a finire nella spazzatura
Quasi il 20% degli acquisti alimentari degli italiani in occasione delle feste di Natale finirà in pattumiera. È la stima del Codacons, secondo cui ogni famiglia sprecherà quest’ anno circa 21 euro tra cibi e bevande (in particolare pesce, latticini, dolciumi freschi, ma anche frutta e verdura) che, non potendo essere conservati, andranno a finire nella spazzatura. Ciò a causa di una tendenza ancora forte ad acquistare più del necessario, specie in occasione delle feste, quando le tavole vengono imbandite con ogni genere alimentare senza però tenere conto dei reali consumi da parte dei commensali. Non fatelo. Un altro rischio è quello delle abbuffate senza sosta : mangiate pure, non ingrasserete per uno strappo alla regola. Ma come dicono i dietologi, si ingrassa dalla Befana a Natale e non viceversa. Sappiate che per assaggiare tutto dovete ridurre i quantitativi ma soprattutto ricordatevi che le feste finiscono a Santo Stefano: non proseguite con i lauti pasti e con i vari dolciumi fino a Capodanno. E ricordatevi l’ apporto calorico di alcuni cibi: Pe runa fetta di panettone farcito 600 calorie, torrone 480, pandoro 434, panforte 350, panettone 333, fichi secchi 260, spumante 100. Dopo mangiato, precisa il Codacons, non stendetevi, cercate di smaltire una parte delle calorie con una bella passeggiata in compagnia. Digerirete anche più facilmente 25 dicembre 2019 (modifica il 25 dicembre 2019 | 13:39)
redazione online

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox