23 Dicembre 2020

NATALE, CODACONS: SPESA CENONE CROLLA DEL -10%. MINORI CONSUMI PER 260 MILIONI DI EURO SOLO PER CENONE E PRANZO DI NATALE

     

    COVID E LIMITAZIONI TAGLIANO LA SPESA ALIMENTARE DEGLI ITALIANI. PESCE, DOLCI E BEVANDE I PRODOTTI PIU’ COLPITI

    Crollano i consumi alimentari degli italiani per il cenone della Vigilia e il pranzo di Natale, con una contrazione della spesa che raggiunge -260 milioni di euro rispetto allo scorso anno. Lo afferma il Codacons, che ha elaborato gli effetti del Covid e delle limitazioni imposte dal Governo sulla spesa delle famiglie per imbandire le tavole in occasione delle feste.
    “Il cenone della Vigilia e il pranzo di Natale valgono, insieme, 2,6 miliardi di euro, giro d’affari che raggiunge i 5 miliardi di euro se si considerano anche le festività di Santo Stefano, Capodanno e dell’1 gennaio – spiega il presidente Carlo Rienzi – I limiti imposti dal Governo alle festività e alla possibilità delle famiglie di riunirsi portano quest’anno ad una sensibile riduzione della spesa dei consumatori per cibi e bevande da mettere in tavola a Natale, con una contrazione media del -10% rispetto al 2019. Consumi in calo per complessivi -260 milioni di euro solo per il pranzo e cenone di Natale, e tavole più povere con meno pesce, bevande e dolciumi, che risultano i prodotti che registreranno la maggiore contrazione della spesa rispetto allo scorso anno” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox