30 Novembre 2013

Natale: Codacons, con crisi prezzi fermi ma +1,8% spumanti

Natale: Codacons, con crisi prezzi fermi ma +1,8% spumanti
Albero vero stabile, per quelli sintetici +6,15%

(ANSA) – ROMA, 30 NOV – Complice la crisi, i prezzi dei prodotti tipici delle festività natalizie, tranne alcune eccezioni, appaiono quest’anno stabili o in debole salita rispetto al 2012. Lo afferma il Codacons, nell’analizzare i prezzi medi di alcuni beni classici delle feste di Natale. Per quanto riguarda il settore alimentare, i listini di pandori e panettoni, re indiscussi delle tavole italiane durante le feste, risultano quest’anno stabili o in calo per i principali marchi specializzati; in lieve salita, invece, quelli non di marca. Costerà però l’1,8% in più brindare con lo spumante durante il cenone o il pranzo di Natale. L’albero di Natale vero perde terreno rispetto a quello sintetico, con effetti diretti sui prezzi: se il classico abete non subisce rincari rispetto al 2012, quello sintetico, grazie anche ai modelli sempre più all’avanguardia presenti sul mercato, fa segnare un costo mediamente più alto del 6,15%. Costerà un po’ di più (+2,3%) addobbare l’albero con le palline ma in compenso la classica stella di Natale, immancabile nelle case degli italiani, mantiene listini in linea con quello dello scorso anno. “Con il crollo dei consumi registrato nel corso del 2013, sarebbe stato impensabile per i commercianti aumentare i prezzi dei prodotti tipici delle feste – spiega il presidente Carlo Rienzi – Tuttavia, per il settore alimentare, occorre considerare come i listini siano estremamente variabili, e i prezzi del comparto subiscano generalmente forti variazioni a ridosso delle feste”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox