21 Dicembre 2007

Natale amaro per i consumatori: calano i consumi di pane, pasta e ortofrutta

Natale amaro per i consumatori: calano i consumi di pane, pasta e ortofrutta
Benzina, l`Antitrust detta le regole



L`Antitrust detta le regole per aumentare la concorrenza sul mercato dei carburanti. E l`Agip si prepara a ritoccare i prezzi. Intanto, i rincari fanno calare i consumi di pane, pasta e ortofrutta. L`Antitrust chiude l`istruttoria sul possibile “cartello“ tra le compagnie petrolifere, accettando i “rimedi“ proposti dagli 8 marchi. E chiede misure da mettere in campo. In tema di sconti sugli impianti self-service, con l`Agip che taglierà da subito 6 centesimi al litro rispetto agli impianti “serviti“, anche e soprattutto negli orari di chiusura. Ma anche sulle altre misure necessarie per rendere il settore più concorrenziale: le compagnie si sono impegnate ad agevolare la diffusione della vendita di benzina e gasolio nei supermercati e ipermercati. INCONTRO All`indomani del nuovo allarme sul differenziale dei prezzi tra la penisola e le medie europee il ministro per lo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, ha intanto fissato già per oggi un incontro con i petrolieri. Per “verificare e confrontare“ i prezzi, mentre l`Industria petrolifera – rappresentata dall`Up – respinge le accuse. E parla di “ingiustificato allarme“, dicendosi “sorpresa“ dalla “posizione assunta da Bersani che ha denunciato presunti comportamenti anomali sui prezzi dei carburanti basandosi su dati non aggiornati e parziali“. Il punto sull`andamento dei differenziali – che nelle ultime settimane avevano visto il divario per la benzina superare i 5 centesimi nel confronto con la Ue, portandosi ai massimi dell`anno – è in corso negli uffici tecnici del ministero. Ma i primi dati arrivati ieri da Bruxelles indicherebbero, secondo l`industria petrolifera, un calo del divario da 5,3 a 4 centesimi nell`ultima settimana. POLEMICHE I consumatori rilanciano l`invito a uno “sciopero bianco degli automobilisti“. Mentre i leader della Cisl Raffaele Bonanni e dell`Ugl, Renata Polverini sollecitano un intervento sulla fiscalità. CONSUMI Intanto sarà un Natale amaro per i consumi alimentari degli italiani. Le vendite di pane, pasta, frutta e verdura sono crollate, a causa dei rincari ingiustificati e delle manovre speculative degli ultimi mesi, denunciano Coldiretti, Cia e Codacons che puntano il dito anche contro lo sciopero degli autotrasportatori. Basandosi sui dati Istat e Ismea Ac Nielsen nei primi dieci mesi dell`anno, la Coldiretti ha rilevato che la quantità di pane consumato dagli italiani è scesa nel 2007 per la prima volta sotto il milione di tonnellate, un calo del 7%. Stessa sorte per la pasta di semola che ha fatto registrare una riduzione del 3,9%. Secondo la Cia, l`ortofrutta ha avuto un crollo di oltre il 5,6%.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this