8 Gennaio 2006

Napoli, la carica di De Laurentiis

S`è sistemato in trincea pure Aurelio De Laurentiis: blitz pomeridiano a Castelvolturno (con moglie al seguito) e cena scaramantica in ritiro con la squadra, alla vigilia della delicata sfida di oggi pomeriggio (ore 14.30) con l`Acireale. Il Napoli ritorna in campo al San Paolo, a soli tre giorni dal deludente pareggio contro il Grosseto e dalla contestazione dei tifosi. “Finché fischiano me va bene, basta che non se la prendano coi giocatori“, è il messaggio distensivo di Edy Reja, più sereno dopo la visita del suo presidente. “Ho fiducia in voi, mi aspetto un riscatto immediato“, ha dato la carica il produttore cinematografico, costretto quasi certamente a disertare lo stadio per impegni di lavoro. Ma il suo blitz, partenza stamattina, è stato molto gradito da tecnico e squadra. “Il nostro gruppo è unito: c`è stima reciproca“, ha sottolineato Reja, difeso dai suoi giocatori dopo i fischi di giovedì scorso. “Abbiamo un rapporto solido, mi sono piaciute le dichiarazioni molto equilibrate di Calaiò?“, ha ringraziato l`allenatore, cercando di mascherare la sua amarezza per la contestazione subita dal San Paolo. “è la prima volta, nella mia lunga carriera, che mi succede di essere accusato di troppa prudenza. Ho sempre avuto la patente di tecnico votato all`attacco, a volte addirittura troppo. E anche il Napoli, da quando sono arrivato io sulla panchina azzurra, non ha mai rinunciato a inseguire la vittoria. I tifosi, però, devono capire che non sempre possiamo segnare tre gol“. Oggi, contro l`Acireale, Reja e i suoi giocatori andranno a caccia dei tre punti, non della goleada. Il calendario offre agli azzurri una buona chance per allungare ancora in classifica. “Tenteremo di aumentare il nostro vantaggio“, ha promesso il tecnico friulano, consolidando con un posto da titolare l`armistizio appena firmato con Calaiò. “Sarà lui a fare coppia con Sosa in attacco, sono sicuro che insieme ripeteranno le ottime prove del mese scorso“, ha annunciato ieri l`allenatore, che almeno all`inizio rinuncerà a Pià. Ma l`esclusione del brasiliano non sarà l`unica mossa a sorpresa. In panchina, infatti, rimarrà anche il nuovo acquisto Lacrimini, costretto ad attendere il suo turno. “è arrivato da poco e ci serve un po` di tempo per conoscerci meglio“. Reja, consapevole della delicatezza del momento, non vuole correre rischi. Per questo, nella posizione di terzino sinistro, dovrà sacrificarsi il rientrante Montervino. “So cosa può darci il nostro capitano, anche in quella posizione“. Nessun esperimento, invece, per Fontana: a sua volta reduce da uno stop per squalifica e pronto a riprendersi il suo posto di regista, col sostegno ravvicinato di Amodio e Bogliacino. “Ma non escludo cambiamenti in corsa – ha avvisato l`allenatore – Non ho certezze sulla tenuta atletica dei sudamericani, che potrebbero pagare i due impegni ravvicinati dopo le vacanze“. L`incognita in più, per il Napoli, è rappresentato dalla stanchezza. Il tour de force di gennaio, appena iniziato, proseguirà la settimana prossima con le trasferte contro Roma (a porte chiuse, il Codacons ha appoggiato ieri la posizione del prefetto Serra) e Massese, che si dovrebbe giocare in campo neutro a Empoli. Prima, però, gli azzurri dovranno superare l`ostacolo di oggi al San Paolo. L`obiettivo, oltre ai tre punti, è festeggiare la pace coi tifosi. “Vogliamo riconquistare il San Paolo“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox