30 Novembre 2000

?MUTUI USURARI: DENUNCIATI MIGLIAIA DI ISTITUTI BANCARI IN TUTTA ITALIA?

ESPOSTO CONTRO GOVERNO E ABI PER TENTATIVO DI INOTTEMPERANZA ALL?ORDINE DEL GIUDICE PER GLI ACCORDI CONTRO I CONSUMATORI CHIESTO IL SEQUESTRO IN TUTTA ITALIA DEI CONTRATTI DI MUTUO ANTE 1996 CON TASSI SUPERIORI AL 9,90 %

L?ELENCO NOMINATIVO DEI PARLAMENTARI CHE APPOGGERANNO UNA LEGGE CONTRO I CONSUMATORI E A FAVORE DEL SISTEMA BANCARIO SARA? DIFFUSO NEI COLLEGI ELETTORALI DOVE COSTORO SARANNO CANDIDATI CON INVITO AI CONSUMATORI A NON VOTARLI
CONDANNA SECCA PER LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI CHE VOGLIONO
TRATTARE SUI DIRITTI DEI CONSUMATORI A FAVORE DELLE BANCHE

I consumatori passano al contrattacco sul problema dei mutui usurari: le ventilate ipotesi di accordo tra ABI e Governo per evitare la retroattività della legge sui tassi usurari e gabbare le numerose sentenze della Cassazione sono state denunciate a 58 Procure della Repubblica dal nuovo ?Patto di consultazione CODACONS/ADUSBEF?, primo passo organizzativo verso la formazione di una Federazione Internazionale del Consumo e dell?Ambiente per la realizzazione del TER.MIL.CONS.(marchio reg.) (organizzazione di difesa dei consumatori del terzo millennio). Nella denuncia si chiede alle Procure di sequestrare tutti i contratti di mutuo stipulati prima del 1996 con tasso usurario in ossequio alle decisioni della Corte di Cassazione. In tal modo non sarà necessario nemmeno agire in giudizio contro le banche in quanto i contratti sequestrati dalla Magistratura non potranno avere esecuzione ulteriore e le banche saranno automaticamente costretti a rinegoziare il mutuo. Nell?esposto si chiede anche ai Procuratori della Repubblica di valutare se il comportamento dell?ABI e del Governo che sembra vogliano accordarsi per impedire il rimborso di quanto pagato in più dai cittadini per tassi usurari , e ciò con la complicità di qualche associazione di utenti troppo disponibile, non possa costituire reato a mente delle ipotesi di inosservanza dell?ordine del Giudice. Codacons e Adusbef poi hanno annunciato che se il Parlamento dovesse votare una simile truffa ai danni dei consumatori sarà stampato in milioni di copie l?elenco nominativo dei parlamentari che voteranno una simile legge per distribuirlo in campagna elettorale nei collegi in cui quei soggetti si presenteranno con esplicito invito ai cittadini di boicottare quelle candidature. Da ultimo Codacons e Adusbef condannano recisamente le numerose Associazioni di consumatori che in questi giorni si affannano a proporre di ?trattare? con le banche . Codacons e Adusbef, mentre mettono in guardia da tali atteggiamenti ?possibilisti? confermano di essere disponibili solo, se il Governo se ne farà garante, a concordare con il settore le modalità di restituzione del maltolto ai cittadini ma senza alcun sacrificio dei loro sacrosanti diritti economici.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox