22 Novembre 2007

MUTUI: RACCOMANDAZIONE ABI SU PORTABILITA` DIVIDE I CONSUMATORI

(ASCA) – Roma, 21 nov – La proposta dell`Abi sulla portabilita` divide le associazioni dei consumatori. L`Abi raccomanda alle banche che i costi dell`eventuale trasfermento di un mutuo vengano sostenuti dalla banca subentrante. Il presidente dell`Abi, Corrado Faissola, ha spiegato che l`Abi ha fatto una raccomandazione perche` come associazione “non possiamo imporre nulla ai nostri associati“ in termini di condizioni economiche. Dalle associazioni dei consumatori arrivano giudizi contrastanti sulla raccomandazione dell`Abi. Positivo il commento di Antonio Longo, presidente del Movimento difesa del cittadino. “E` una vittoria dell`unita` delle associazioni che fin dall`inizio hanno interpretato l`art. 8 della legge 40/2007 nel senso del costo zero per la portabilita` dei mutui“. “Abbiamo tenuto duro di fronte alle obiezioni dell`ABI – continua Longo – e ora arriva il risultato positivo. Siamo sicuri che ora le banche non potranno sottrarsi a questa, che non e` solo una raccomandazione all`unanimita` dell`esecutivo ABI, ma anche una interpretazione condivisa da parte del Ministero dello sviluppo economico, che e` sempre stato chiaro in questo senso. Dopo i notai che hanno fatto la loro parte semplificando al massimo la procedura di portabilita`, ora anche le banche finalmente si aprono al mercato. Ci auguriamo anche che si inneschi un meccanismo di sana competizione, a favore sempre del cliente, anche con una generale disponibilita` a rinegoziare i mutui da parte della banca di appartenenza“. Anche l`Adiconsum promuove la raccomandazione dell`Abi sulla portabilita` dei mutui “raccoglie la richiesta dell`Adiconsum, insieme alle altre associazioni dei consumatori, di osservare lo spirito della legge 40, che vuole l`assenza di costi a carico del consumatore. Le banche ora applichino senza indugi il sollecito dell`Abi, senza ulteriori resistenze. La procedura, costruita da Abi e notariato su sollecito dell`Adiconsum, prevede una procedura semplificata che si risolve in soli 15 giorni di calendario. La portabilita`, per molte famiglie in difficolta`, l`ultima spiaggia per riuscire a rimborsare regolarmente le Banche, rappresenta anche uno strumento di concorrenza che premiera` le banche migliori“. Scetticismo invece da parte el Codacons. “Non vorremmo che la deliberazione dell`Abi sia una astuta manovra per frenare l`emendamento proposto dal Codacons e varato pochi giorni fa dalla Commissione Finanze della Camera, e che impone l`assoluta gratuita` del trasferimento dei mutui – afferma il presidente, Carlo Rienzi – se davvero l`Associazione Bancaria ha a cuore gli interessi degli utenti, allora lo dimostri sostenendo assieme a noi l`emendamento in questione. Nell`attesa di sapere se l`Abi accetta o meno la sfida, la nostra posizione – conclude Rienzi – e` fortemente scettica“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox