8 Novembre 2010

MUSICA:CODACONS,NO VITALIZIO A CALIFANO, HA GUADAGNATO MOLTO

(ANSA) – ROMA, 8 NOV – "Nessun vitalizio a Franco Califano,

ha già guadagnato molto e tuttora guadagna più di qualsiasi

altro pensionato". Il Codacons contesta l’autocandidatura del

cantautore che vorrebbe il sussidio previsto dalla Legge

Bacchelli per gli artisti indigenti. E lo fa pubblicando una

lettera aperta sul blog del presidente  Carlo Rienzi nel quale

si spiegano i motivi per cui il cantante non avrebbe diritto a

tale vitalizio.

   "Non sono affatto d’accordo – scrive Rienzi – nell’assegnare

tale vitalizio a Franco Califano, e per diversi motivi.

Innanzitutto non mi sembra che il cantante abbia avuto nel corso

della sua esistenza uno stile di vita esemplare, tale da

riconoscergli una sorta di premio quale è appunto il sussidio

in questione. Ma sorvolando su questo aspetto, c’é da dire che

nel corso della sua carriera Califano di soldi ne ha guadagnati

e anche parecchi. Se poi di tale denaro ha fatto un uso poco

accorto, al punto che oggi – come lui stesso dichiara – non

dispone di una casa di proprietà e vive in affitto, ciò è da

attribuire unicamente alle sue scelte. Il cantante afferma poi

al Corriere di percepire ogni semestre dalla Siae circa 10mila

euro di diritti d’autore, ossia – ricorda Rienzi – 20mila euro

su base annua. Se pensiamo che in Italia il 71,9% delle pensioni

non supera i 1.000 euro mensili (12.000 euro annui) e che quasi

un pensionato su due (45,9%) vive addirittura con meno di 500

euro al mese (meno di 6.000 euro annui), direi che il Signor

Califano non se la passa certo male".

   "Infine – spiega – c’é l’aspetto relativo alla salute.

Califano afferma che dovrà stare fermo qualche mese a causa

della rottura di alcune vertebre, circostanza che gli

impedirebbe di tenere concerti in giro per l’Italia e quindi di

guadagnare grazie a queste serate. Si tratta tuttavia di una

difficoltà solo momentanea, che non impedirà all’artista di

esibirsi in pubblico nei prossimi mesi, e quindi di tornare ad

ottenere compensi legati ai suoi seguitissimi concerti. Tutto

ciò considerato – conclude – assegnare il vitalizio a Califano

vorrebbe dire prendere a schiaffi la gente che davvero versa in

condizioni di reale povertà, e che dopo una vita di duro lavoro

avrebbe diritto a sussidi da parte dello Stato!".
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this