fbpx
15 Dicembre 2017

MUSICA: SECONDARY TICKETING, PM MILANO CHIEDE PROCESSO PER 9

 

CODACONS: INCHIESTA APERTA GRAZIE A NOSTRA DENUNCIA. ORA MAXI- CLASS ACTON: TUTTI GLI SPETTATORI COINVOLTI POSSONO COSTITUIRSI PARTE CIVILE E CHIEDERE I DANNI

Un successo su tutti i fronti la denuncia del Codacons contro il secondary ticketing, che ha portato all’apertura dell’inchiesta da parte della procura di Milano e ora alla rinvio a giudizio per nove indagati.
“Siamo stati i primi in Italia a denunciare il fenomeno delle speculazioni sui biglietti di concerti ed eventi e a capire che i biglietti che misteriosamente sparivano dai siti di vendita ufficiale per ricomparire su altre piattaforme a prezzi abnormi configurava una prassi illecita – spiega il presidente Carlo Rienzi – Ora si apre la strada ad una maxi-class action in favore degli utenti: se si arriverà a processo, tutti gli spettatori che hanno acquistato biglietti tramite il secondary ticketing a prezzi maggiorati, potranno chiedere il rimborso delle maggiori somme spese oltre al risarcimento del danno morale subito. In tal senso il Codacons attraverso il proprio sito internet metterà a disposizione degli utenti il modulo di costituzione di parte civile” – conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox