21 Maggio 2007

MUSICA: CODACONS E ADUSBEF CHIEDONO DI RITIRARE LA CONCESSIONE DELLO STADIO FLAMINIO ALLA STREISAND

    MUSICA: CODACONS E ADUSBEF CHIEDONO A COMUNE DI ROMA E CONI DI RITIRARE LA CONCESSIONE DELLO STADIO FLAMINIO PER IL CONCERTO DI BARBRA STREISAND IL PREZZO DEI BIGLIETTI SUPERA I 900 EURO. UN BENE PUBBLICO NON PUO? ESSERE UTILIZZATO PER CONTRATTI IMMORALI E VERGOGNOSI






    Ritirare la concessione dello Stadio Flaminio rilasciata per il concerto di Barbra Streisand in programma a Roma il prossimo 16 giugno. Questa la richiesta avanzata oggi da Adusbef e Codacons al Comune di Roma e al Coni, rispettivamente proprietario e gestore della struttura.
    In base alle tariffe fornite dai siti specializzati, il prezzo del biglietto di tale concerto arriva a superare quota 900 euro. Una cifra assurda e vergognosa ? attaccano le due associazioni ? Lo Stadio Flaminio è un bene pubblico e come tale non può essere utilizzato per contratti immorali e che fanno vergogna ad un paese civile. E certamente immorale è far pagare 900 euro per uno spettacolo musicale ? proseguono Adusbef e Codacons ? Per questo il Comune e il Coni non devono permettere questa assurdità e devono assolutamente ritirare la concessione dello Stadio Flaminio.




    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox