29 Settembre 2009

MURO DEL LAGO DI COMO: ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI

    ADOC-CODICI-CODACONS CHIEDONO ALLA CORTE DEI CONTI DI ACCERTARE I DANNI ERARIALI

    Oggi, nel corso della conferenza stampa congiunta delle tre associazioni di consumatori Adoc, Codici e Codacons, è stata annunciata la presentazione di un esposto alla Procura Regionale della Corte dei Conti, perché accerti, nella nota vicenda della costruzione e abbattimento del muro che impedisce la vista del Lago di Como, se vi siano state, o vi saranno, delle spese eccessive ed inopportune con conseguente danno erariale.
    Le tre associazioni chiederanno alla Corte dei Conti di effettuare un controllo sull’attività del Comune di Como, della Giunta e del Sindaco per verificare se l’azione amministrativa in questo frangente sia stata economica ed efficiente e per accertare se tutti si siano attenuti a parametri di legittimità sugli atti abilitativi posti in essere, improntando la propria gestione a criteri di economicità.
    Si evidenzia come questo esposto esuli dalla sussistenza o meno di profili penalmente rilevanti, sui quali sarà la Procura della Repubblica di Como, che sulla vicenda ha già aperto un fascicolo, a doversi pronunciare. La Procura Regionale della Corte dei Conti, cioè, potrà perseguire i responsabili dei comportamenti illegittimi che dovesse ravvisare nelle sue indagini, indipendentemente dalle conclusioni della Procura della Repubblica di Como.
    La conferenza congiunta delle tre associazioni di consumatori era stata fatta per annunciare una intesa provinciale tra le tre sigle e l’inizio, a livello comasco, di un nuovo rapporto di collaborazione che porterà ad iniziative congiunte, tra le quali, appunto, l’esposto alla Corte dei Conti. Alla conferenza stampa erano presenti Giuseppe Doria (Adoc Como), Davide Zanon (Codici Como), Mauro Antonelli (Codacons Como).

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox