2 Ottobre 2020

MUORE INFLUENCER LAMU DOPO USTIONI DURANTE DIRETTA SOCIAL

     

    CODACONS: DERIVA TOTALE DEI SOCIAL NETWORK. NESSUNO INTERVIENE PER PORRE UN LIMITE

    Sul caso della morte dell’influencer Lamu, deceduta dopo che l’ex marito le aveva dato fuoco durante un diretta social, il Codacons tira in ballo le responsabilità dei social network.
    “La vicenda dimostra in tutta la sua drammaticità la deriva dei social network, dove anche la morte diventa oggetto di condivisione e di dirette sul web – afferma il presidente Carlo Rienzi – Le società coinvolte non fanno nulla per bloccare o limitare la violenza in rete, ma anzi ne favoriscono la diffusione e hanno precise responsabilità per concorso nei reati che vengono commessi”.
    Non a caso il Codacons ha denunciato Facebook e Instagram per non aver rimosso le minacce di morte giunte all’associazione da parte dei follower di Fedez, istigati online dallo stesso rapper.
    “Crediamo sia ora di porre un limite allo strapotere dei social network, attraverso un giro di vite per bloccare la diffusione di odio e violenza in rete, e di messaggi che possono pericolosamente influenzare i più giovani” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox