fbpx
28 Febbraio 2002

MULTA ANTITRUST AL CARTELLO DELLE ASSICURAZIONI: SCATTA L?ORA DEL RISARCIMENTO!

MULTA ANTITRUST AL CARTELLO DELLE ASSICURAZIONI: SCATTA L?OFFENSIVA PER LA RICHIESTA DEI RISARCIMENT SUI SITI DI CODACONS ED ADUSBEF LE ISTRUZIONI PER L?USO.

LE COMPAGNIE MULTATE DEVONO RISARCIRE 5.600 MILIARDI !

Le diciassette compagnie del cartello assicurativo (SAI,GENERALI, HELVETIA, LLOYD ADRIATICO, AZZURRITALIA, MILANO, RAS, REALE MUTUA, ZURIGO, ALLIANZ SUBALPINA, ASSITALIA, TORO, UNIPOL, WINTHERTUR,AXA, FONDIARIA, GAN, finalmente multate dall?Antitrust per una illecita intesa orizzontale che ha procurato danni rilevanti agli assicurati, detengono circa l?80 per cento del mercato RC Auto: le prime cinque superano il 50 per cento del mercato Allianz (16,3 per cento); Sai (10,6); Assitalia (8,3); Fondiaria (8); Generali (7,3).

Dai dati Eurostat e dall?Istruttoria dell?Antitrust, è emerso chiaramente che tali pratiche vietate di cartello, hanno prodotto rincari surrettizi, dal 1994 al 1998,di ben 7.000 miliardi di lire rispetto a quanto i consumatori avrebbero pagato se si fosse dispiegata la libera concorrenza, che in alcuni Paesi, come Francia e Germania, ha portato ad una riduzione delle polizze, al contrario dei continui infiniti rincari pari al 63 per cento in Italia, negli anni presi in esame.

Nel quinquennio 1994-98 i premi complessivi RC Auto sono stati di 96.000 miliardi di lire con quote di mercato detenute dalle 17 compagnie di assicurazioni sanzionate da Antitrust, Tar e Consiglio di Stato, pari a 76.800 miliardi e poiché il danno complessivo è stato di 7.000 miliardi, con le loro pratiche di cartello, sono stati inferti danni agli utenti pari a 5.400 miliardi, che devono essere risarciti.

Qualora le 17 compagnie non dovessero bonariamente ristorare i gravissimi danni economici prodotti agli assicurati, richiesti da Codacons ed Adusbef in una lettera di messa in mora, scatterebbe una duplice offensiva: una citazione in Tribunale ai sensi della legge 281/98,migliaia di richieste davanti al giudice di pace competente, senza alcuna assistenza di avvocato, che i cittadini possono inoltrare avvalendosi dei moduli pubblicati sui siti: www.codacons.it ; www.adusbef.it.

Dai primi conteggi si tratterebbe di 200-250 euro che ogni assicurato RC Auto delle 17 compagnie, può richiedere con una semplice istanza al proprio Giudice di Pace, oltre agli interessi e rivalutazione monetaria.


Riportiamo (in percentuale) le quote di mercato
delle prime dodici compagnie assicurative
















PRIVATE
Gruppo
Quota di mercato
RC Auto
Allianz 16,3
SAI 10,6
Assitalia 8,3
Fondiaria 8,0
Generali 7,3
Toro 7,0
Reale Mutua 5,1
Winterthur 4,5
Unipol 4,0
Axa 3,8
Sara 2,9
Zurigo 2,3




Carlo Rienzi – Presidente Codacons


Elio Lannutti – Presidente Adusbef

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox