13 Gennaio 2017

Mps: pg Milano, nuovi accertamenti in inchiesta su derivati

    Mps: pg Milano, nuovi accertamenti in inchiesta su derivati

    (AGI) – Milano, 13 gen. – Il pg di Milano Felice Isnardi ha deciso di svolgere “ulteriori accertamenti” sulla posizione di Mps indagata per la violazione della legge 231 del 2001 nell’inchiesta che coinvolge anche Alessandro Profumo e Fabrizio Viola, all’epoca dei fatti rispettivamente presidente e ad della banca senese. La notizia, anticipata da ‘Repubblica’, viene confermata da fonti giudiziarie. Il 15 marzo si discutera’  davanti al gup Livio Cristofano dell’opposizione all’archiviazione per 11 indagati tra cui gli ex vertici chiesta dalla Procura presentata dall’associazione dei consumatori Codacons. Isnardi,il magistrato che gia’  ha avocato l’indagine sulla Piastra dei Servizi di Expo e indagato il sindaco di Milano Giuseppe Sala, ha deciso nel frattempo di sfruttare la possibilita’  che gli concede l’articolo 58 della legge 231 del 2001 sulla responsabilita’  delle societa’ di svolgere “gli accertamenti indispensabili e, qualora ritenga ne ricorrano le condizioni, contesta all’ente le violazioni amministrative conseguenti al reato” entro sei mesi dalla comunicazione del decreto motivato dell’archiviazione emesso dalla Procura. I pm Baggio, Civardi e Clerici avevano chiesto l’archiviazione di Profumo, Viola e degli altri 9 indagati accusati di avere nascosto le perdite milionarie di bilancio causate dai contratti derivati ‘Santorini’ e ‘Alexandria’.  Ora, il pg, cui la legge da’ la possibilita’ di svolgere accertamenti in questa fase solo in relazione alle persona fisiche, potrebbe presentarsi all’udienza di marzo e chiedere di avocare le indagini per tutti gli indagati, compresi Profumo e Viola. (AGI) Mi2/Fea

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox